@Сергей Кучугур/123rf

Macchia nera sulle rose: cos’è e come trattare la ticchiolatura causata da questo fungo

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Scopri cos’è la macchia nera delle rose, le cause e come trattare la ticchiolatura, il fungo che minaccia tuoi roseti

La macchia nera (Diplocarpon rosae) è una comune malattia delle rose; il nome è molto appropriato, poiché questa malattia fungina forma vere e proprie macchie nere su tutto il fogliame dei cespugli di rose. 

Il fungo che causa la ticchiolatura della rosa,  se lasciato agire indisturbato, può causare la defogliazione totale del cespuglio.  Scopriamo quali sono le cause delle macchie nere e i passaggi per il trattamento sulle rose. 

Quali sono le cause delle macchie nere

La macchia nera può essere tollerata, senza alcun danno per le piante, quando è poco sviluppata, ma le infezioni più forti ed estese possono defogliare completamente le piante. 

La macchia nera della rosa è causata da un fungo e si presenta con un colore intenso, che va dal marrone scuro al nero, si sviluppa sulle foglie superiori che alla fine diventano gialle e cadono. 

A favorire lo sviluppo di questo fungo sono le condizioni climatiche, perché il troppo caldo e l’eccessiva umidità consentono alla macchia nera di svilupparsi maggiormente. (Leggi anche: Coltivare le rose: la guida per principianti con le dritte giuste per far splendere la regina del giardino)

Come controllare la macchia nera sulle rose 

Una volta che il cespuglio di rose viene attaccato dal fungo responsabile della ticchiolatura della rosa, i suoi segni restano lì fino a quando le foglie non cadono del tutto. Il fungo che causa la malattia nelle rose può essere debellato, ma i segni rimarranno per qualche tempo. 

Per il trattamento ti consigliamo di spruzzare un fungicida specifico; questi prodotti lasciano una polvere giallastra su tutto il fogliame, fino a eliminare del tutto la malattia. Applica il fungicida per circa 7-10 giorni, effettuando minimo tre spruzzi su tutto il cespuglio interessato. 

Foglie di rosa

@Сергей Кучугур/123rf

Prevenire la macchia nera sui cespugli di rose 

Il trattamento più efficace per proteggere le rose dalla macchia nera è la prevenzione, ossia il controllo accurato di tutto il cespuglio non solo i fiori ma anche le foglie. 

Inoltre, è bene piantare le rose in una zona con molta luce solare e con buona circolazione di aria, in modo da tenere sotto controllo l’umidità. Anche una buona igiene del giardino è importante per prevenire la malattia; quindi, il consiglio è di rimuovere e potare sempre le foglie e le piante malate. (Leggi anche: Tempo di potare le rose! Tecniche e consigli per farlo nel modo giusto)

Un altro metodo più green ed ecologico è usare l’olio di neem, efficace non solo nella prevenzione della macchia nera ma anche nel contrastare l’insorgere di altri parassiti delle rose.

Tra i rimedi fai da te segnaliamo anche il bicarbonato di sodio, che aiuta a modificare il livello di pH sulle superfici delle foglie, rendendo più difficile l’infezione delle piante da parte della macchia nera. 

Ecco come preparare una soluzione organica con il bicarbonato:

  • Mescola un paio di cucchiai (29,5 ml) di bicarbonato di sodio con 4 litri d’acqua. 
  • Aggiungi una o due gocce di detersivo per piatti senza candeggina, che aiuterà a mantenere il bicarbonato di sodio sulla foglia. 
  • Spruzza su entrambi i lati del fogliame.
  • Riapplica settimanalmente e ripeti dopo ogni pioggia.

Sulle rose potrebbe interessare:

 

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Laureata in Lingue e Civiltà Orientali presso l'Università degli Studi di Roma La Sapienza. Ha diversi anni di esperienza nella comunicazione digitale. Appassionata di beauty, fitness, benessere e moda sostenibile.
Seguici su Instagram
Seguici su Facebook