@ visivasnc/123rf

Mese di giugno: semina, raccolto e lavori nell’orto

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Con l’arrivo del mese di giugno inizierà il periodo degli ortaggi estivi da raccogliere, delle semine e dei trapianti da effettuare in piena terra, magari ricordando di seguire il calendario lunare, al fine di ottenere rese migliori dal proprio lavoro.

Con l’avvicinarsi di giornate più calde, sarà necessario dedicarsi maggiormente all’annaffiatura delle piante in vaso ed all’irrigazione dell’orto. Approfittate delle piogge di fine primavera per poter effettuare la raccolta dell’acqua piovana da utilizzare per ridurre i consumi idrici domestici.

Cosa seminare a giugno

Nel mese di giungo le temperature dovrebbero essere ormai stabili nella maggior parte delle regioni italiane. Per questo motivo sarà possibile effettuare diverse semine in piena terra, pensando ad esempio di dedicarsi alla semina di pomodori, piselli e fagioli da gustare ad estate inoltrata. Sarà possibile inoltre dedicarsi alla semina protetta degli ortaggi da raccogliere nei mesi successivi, con l’arrivo dell’autunno, come porri, cavoli, finocchi e zucche. Tra le erbe aromatiche, dedicatevi alla semina di camomilla, prezzemolo, basilico e salvia.

A giugno è possibile seminare:

  • Barbabietola
  • Basilico
  • Bietola da coste
  • Broccoli
  • Camomilla
  • Cardi
  • Carote
  • Cavolfiori
  • Cavoli
  • Cetrioli
  • Cicoria
  • Fagioli
  • Finocchi
  • Indivia
  • Lattuga
  • Lattughino da taglio
  • Meloni
  • Peperoni
  • Pomodori
  • Piselli
  • Porri
  • Prezzemolo
  • Ravanelli
  • Rucola selvatica
  • Rucola da orto
  • Scarola
  • Sedano
  • Zucca
  • Zucchine

Consigli per la semina e il trapianto

È giunto il momento di trapiantare quanto coltivato nei semenzai nel corso delle settimane precedenti, con trasferimento in vaso o in piena terra, a seconda dello spazio a disposizione per l’allestimento dell’orto. È possibile dunque dedicarsi al trapianto di piantine di fragole, pomodori, peperoni, zucchine, melanzane e peperoncino, oltre che delle erbe aromatiche, come basilico, prezzemolo, salvia, rosmarino.

È inoltre possibile iniziare la semina in semenzaio degli ortaggi da raccogliere nei mesi successivi, ricordando di non esporre i germogli alla luce del sole diretta, per evitare che essi si secchino. Prima di effettuare il trapianto, è consigliabile inumidire bene il pane di terra che contiene le radici della propria piantina ed inumidire anche la buca in cui essa verrà trasferita. In caso di trapianto in vaso, ricordate di cospargerne il fondo con palline di argilla espansa o cocci, in modo da permettere al terreno di trattenere maggiormente l’umidità e di mantenere al meglio la temperatura ideale per le piante.

Il raccolto del mese di giugno

Approfittiamo dell’arrivo del mese di giungo per gustare i nostri frutti ed i nostri ortaggi preferiti quando essi risultano di stagione, come le fragole, le pesche, i pomodori, le zucchine ed i peperoni. Un raccolto abbondante durante i mesi estivi sarà il pretesto ideale per dedicarsi alla preparazione di salse, conserve sott’olio o sott’aceto e confetture. Le erbe aromatiche potranno essere utilizzate per la preparazione di condimenti o potranno essere essiccate per un loro impiego successivo.

A giugno raccoglieremo:

  • Albicocche
  • Asparagi
  • Basilico
  • Carote
  • Cetrioli
  • Ciliegie
  • Fragole
  • Fagioli
  • Fagiolini
  • Fiori di zucca
  • Lamponi
  • Lattuga
  • Lattughino da taglio
  • Limoni
  • Melanzane
  • Meloni
  • Mirtilli
  • Nespole
  • Peperoncini
  • Peperoni
  • Pesche
  • Piselli
  • Pomodori
  • Prugne
  • Radicchio
  • Ravanelli
  • Rucola
  • Spinaci
  • Susine
  • Zucchine

Orto sul balcone di giugno

Per coloro che sul balcone o sul davanzale coltivano delle erbe aromatiche in vaso, sarà possibile raccogliere basilico, prezzemolo, salvia, rosmarino, origano, timo, maggiorana, salvia, menta, erba cipollina e acetosella. Gran parte delle piante aromatiche e balsamiche giungono al culmine della propria carica di elementi utili proprio nel mese di giugo. Possono dunque essere raccolte sia per il consumo da fresche che per l’essiccazione, da effettuare all’ombra su di un telo, all’interno di un sacchetto di carta o appendendo alcuni rametti legati con uno spago e capovolti.

A seconda di quanto seminato o trapiantato nei mesi precedenti, l’orto sul balcone potrà offrire per il raccolto, ad esempio: pomodorini, peperoncini, fagiolini, zucchine tonde, rucola, lattughino da taglio, prezzemolo, basilico, malva, camomilla ed altre erbe officinali ed aromatiche. Potreste dedicarvi alla semina di porri, ravanelli, sedano e aglio, da gustare nei mesi successivi. Dedicatevi alla semina in vaso della rucola e del lattughino da taglio.

I lavori nell’orto secondo il calendario lunare

Seguire un calendario lunare ed i consigli della tradizione contadina può essere utile per la programmazione delle semine e dei trapianti nell’orto. Le informazioni sono raccolte dal confronto di calendari lunari differenti e possono essere ritenute preziose per ottenere un miglior raccolto. La luna piena sarà il 24 giugno.

Luna crescente

Durante i giorni di luna crescente si consiglia di dedicarsi al trapianto degli ortaggi coltivati in vaso o in semenzaio. Il periodo migliore per dedicarsi al trapianto è costituito dalle ore serali, in quanto le radici non dovrebbero mai essere esposte alla luce diretta del sole. Durante la luna crescente occupatevi della semina o del trapianto di fagioli, piselli, lattuga, rucola, broccoli, pomodori, cetrioli. I giorni di luna crescente rappresentano il periodo ideale per la raccolta delle erbe aromatiche.

La luna sarà crescente dal 12 al 17 giugno 2021

Luna calante

Nei giorni di luna calante dedicatevi in particolar modo alla raccolta degli ortaggi ed alla potatura delle piante. Durante la fase di luna calante potrete effettuare la raccolta delle erbe aromatiche. Con la luna calante potrete dedicarvi inoltre alla semina protetta in semenzaio di porri, radicchio, sedano, cavolo cappuccio autunnale, bietola da coste, scarola e finocchi. Con la luna calante la tradizione contadina consiglia di effettuare annaffiature ed irrigazioni più abbondanti rispetto ai giorni di luna crescente. Con la luna calante, infine, si posizionano i sostegni adatti a sorreggere le piante rampicanti di pomodori, fagioli e piselli.

La luna sarà calante dal 1 al 2 giugno e dal 5 al 9 giugno 2021

Leggi anche:

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Life Coach, insegnante di Yoga e meditazione. Autrice del libro “La mia casa ecopulita” edito da Gribaudo - Feltrinelli editore.
Seguici su Instagram
Seguici su Facebook