@123rf.com

Fresia: come coltivarla, quando piantare e moltiplicare i bulbi per meravigliose fioriture

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Come moltiplicare in autunno i bulbi di Fresia e coltivare al meglio questa splendida pianta ornamentale dall’amato e ricercato profumo

La Fresia è una pianta erbacea bulbosa appartenente alla famiglia delle Iridaceae. Proviene dal Sud Africa ma si sviluppa bene in tutte le zone a clima temperato. Nella nostra penisola è facile coltivarla da nord a sud, ma vi è una regione in particolare che si è specializzata nella coltivazione a livello industriale per la vendita dei fiori recisi: la Liguria. (L’autunno è il periodo perfetto per piantare i bulbi: 10 fiori da mettere a ottobre in vaso o in giardino)

Caratteristiche

Non supera i 30 cm di altezza e ne esistono molte qualità o cultivar diverse, se ne conoscono almeno 16 create soprattutto per ampliare la gamma di colori. Infatti i suoi fiori possono essere di colore bianco, giallo, arancione, rosso fino a raggiungere il blu e perfino il viola. Inoltre vi sono varietà con colori screziati o a macchie. La qualità più conosciuta e diffusa è la Fresia Alba.

Il suo aspetto è caratterizzato dal cormo (bulbo) piccolo e ovale, da cui si sviluppa il fusto e le foglie che non superano i 30 cm di lunghezza e sono carnose. I fiori sono a forma di campanula e in gruppi di corolle. Hanno un profumo fresco, delicato ma persistente. I suoi semi sono grossi e rotondi.

La moltiplicazione dei bulbi

@123rf.com

Autunno e primavera sono il periodo ideale per effettuare questa operazione e moltiplicare le nostre piante. Infatti i bulbi di Fresia temono il freddo per cui vanno dissotterrati e conservati fino all’anno successivo quando sarà il momento di piantarli per le nuove fioriture. Vediamo come procedere:

  • asportiamo con cura tutti i fiori appassiti e le foglie gialle. Questo permette alla pianta di svilupparsi meglio ed essere più sana;
  • dissotterrando i cormi potremo notare che avranno sviluppato altri piccoli bulbi.
  • dividiamoli delicatamente;
  • puliamoli dalla terra;
  • mettiamoli in luogo riparato dalla pioggia e ventilato per farli asciugare;
  • una volta asciutti conserviamoli in sacchetti di carta con un pochino di segatura (assorbirà ulteriore umidità) in fondo alla dispensa o in un cassetto.

Come piantare i bulbi

interrare_bulbi

@123rf.com

Nelle zone in cui il clima invernale è più rigido sarà meglio piantare i bulbi di Fresia in vaso in modo da poterli mettere a riparo ai primi freddi. Il periodo giusto va da agosto a settembre, le prime foglioline infatti si vedranno spuntare a fine estate e continueranno a germogliare fino a novembre e all’arrivo dei primi freddi. In primavera si avranno le prime fioriture.

I bulbi non essendo troppo grandi, andranno messi in buche profonde circa 3 cm e distanziati fra loro di 15 cm per dare spazio sufficiente alla pianta adulta.

Le concimazioni

Appena il bulbo comincerà a germogliare sarà possibile effettuare le prime concimazioni con un prodotto specifico per pianta da fiore liquido da diluire in acqua oppure con un concime granulare a lenta cessione.

Le annaffiature

Se i bulbi sono interrati in giardino, potrebbe bastare unicamente l’acqua piovana. Se messi in vaso le irrigazioni dovranno essere costanti ma non abbondanti poiché si rischia facilmente il marciume.

Il terriccio

Poiché il giovane germoglio deve farsi strada nella terra prima di raggiungere la luce, sarà bene preparare un terreno morbido, composto da terriccio universale, torba e sabbia. Questo mix lo renderà oltre che morbido e arieggiato anche drenante.

L’esposizione

Come la maggior parte delle piante in fiore, anche la Fresia ha bisogno di moltissima luce. Ma la sua collocazione dovrà tenere conto anche di altri fattori determinanti:

  • teme le correnti d’aria;
  • gli sbalzi termici;
  • l’eccesso idrico.

Pertanto il suo luogo ideale sarà luminoso, asciutto e con un clima il più possibile costante.

Le malattie

Le principali patologie che riguardano la Fresia, sono legate al ristagno idrico. Si tratta infatti di funghi e muffe che intaccano facilmente il cormo e si evidenziano poi sulle foglie attraverso macchie o ingiallimenti.

La semina delle Fresia

Propagare la Fresia tramite seme è molto semplice grazie alla sua capacità germinativa. Il periodo migliore è fra aprile e maggio, in questo modo si hanno maggiori possibilità di ottenere bulbi più forti e grandi.

Curiosità

fresie_colorate

I fiori di questa pianta sono spessissimo usati per creare bouquet e grandi composizioni floreali. Questo non solo perché crescono in grappoli ma anche grazie alla grande disponibilità di colori e varietà. Questi però non sono gli unici motivi per cui in commercio sono molto richiesti. Infatti, dobbiamo sapere, che l’industria cosmetica ne utilizza grandi quantità per la sua fragranza che come abbiamo accennato è delicata, fresca ma molto persistente. Ideale quindi per la produzione di saponi, creme e lozioni.

Seguici su Telegram | Instagram | Facebook | TikTok | Youtube

Sulle Fresie e altre piante bulbose ti potrebbero interessare anche:

 

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Ha 42 anni e ha studiato Lettere e Filosofia. È appassionata di cinema, letteratura e tematiche ambientali. Ama il mondo vegetale e tutto ciò che riguarda le piante e la loro cura.
Seguici su Instagram
Seguici su Facebook