©Graham Oliver/123rf

Prepara questi straordinari fertilizzanti per piante con 5 scarti quotidiani che butteresti via

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Non ha lunghi percorsi di trasporto alle spalle, non causa rifiuti di imballaggio, è gratuito ed è naturale al 100%: se volete fare crescere rigogliose le vostre piante, l’unico fertilizzante che vi conviene utilizzare è quello che proviene dagli scarti della vostra cucina. Un concime organico fatto in casa non costa nulla, è sostenibile e privo di sostanze chimiche. Ma come farlo?

Con l’arrivo della primavera cresce la voglia di coltivare: in balcone o in giardino o nel nostro orto, non c’è cosa più gratificante che coltivare da sé qualcosa di bello e buono.  Spesso non è impresa facile e a complicarci il lavoro potrebbero mettersi un’infinità di insetti e parassiti che, se non controllati, sono in grado di rovinare le nostre colture vanificando ogni sforzo.

Leggi anche: 12 fertilizzanti e pesticidi biologici fai-da-te contro i parassiti del giardino

Ma ci sono alcune “ricette” per creare dei fertilizzanti e dei repellenti completamente biologici che vi aiuteranno a mantenere lontani gli insetti indesiderati nel completo rispetto della natura e delle vostre coltivazioni.

Quando le piante hanno bisogno del fertilizzante?

Le piante hanno solo acqua e luce limitate per crescere e prosperare. Per una crescita sana, anche le piante in giardino e sul balcone necessitano di molti nutrienti, soprattutto azoto, fosforo e potassio.

Se le piante crescono male o producono solo pochi fiori e frutti, questo può essere un segno di carenza di nutrienti. Anche foglie arrotolate e scolorite o germogli scoloriti di viola indicano uno scarso apporto di sostanze nutritive. Per non arrivare a questo punto, si dovrebbero concimare le piante sul balcone, sul terrazzo o in giardino tra marzo e ottobre ogni 14 giorni.

Crea il tuo fertilizzante per piante dai rifiuti di cucina

©thoughtsofjoyce/123rf

Il fertilizzante più noto che puoi fare da solo gratuitamente è: compost. È ricco di calcio, magnesio, potassio e fosforo – e quindi quasi superfood per le piante

Leggi anche: Compost domestico: 5 modi per trasformare i rifiuti organici in terra concimata

Se non hai il compost, puoi anche riciclare i singoli scarti “più” nutrienti per le tue piante, in particolare :

  • fondi di caffè
  • cipolla
  • gusci d’uovo
  • acqua di cottura o di risciacquo del riso
  • buccia di banana

e trasformarli in preziosi fertilizzanti naturali.

Come procedere:

I fondi di caffè

 

fondi caffè fertilizzante

@Михаил Ð?ханов /123RF.COM

Se siete amanti di questa bevanda, non gettate i fondi del caffè usati. Sono un’ottima fonte di azoto per il terreno, ricca di antiossidanti. In più, i fondi di caffè hanno un pH basso e sono quindi particolarmente indicati per concimare piante che amano il terreno acido, come ortensie, rododendri, zucchine o cetrioli.

Come creare un fertilizzante dai fondi di caffè

Lasciate asciugare i fondi di caffè in un colino o su un vassoio in modo che non si ammuffiscano. Quindi cospargere semplicemente i fondi di caffè secchi intorno alle piante e coprire con un po’ di terriccio. Si possono anche usare i fondi di caffè per fare del fertilizzante liquido: per fare ciò, mescolate i fondi di caffè con l’acqua e aggiungerli all’acqua di irrigazione per le piante ogni due settimane

Leggi anche: Fondi di caffe‘: 20 modi per riutilizzarli in casa, in giardino e per la casa…

Gusci d’uovo

gusci uova fertilizzante

@thamkc/123rf.com

Non smaltite più i gusci d’uovo nei rifiuti organici, ma utilizzateli per creare un prezioso fertilizzante per piante. I gusci d’uovo sono costituiti quasi esclusivamente da carbonato di calcio, che fa molto bene a piante come:

Come funziona? Macinate semplicemente i gusci finemente, distribuiteli intorno alle piante e innaffiate come al solito.

Leggi anche: Coltivare dagli scarti: semina anche tu le erbe aromatiche nei gusci delle uova

Bucce di cipolla

Potete versare dell’acqua calda sulle bucce di cipolla e lasciarle in infusione per mezz’ora. Quando il “brodo” di cipolla si sarà raffreddato, usatelo fertilizzante liquido per le piante.

Leggi anche: 25 usi alternativi per le bucce di frutta e verdura

Acqua di cottura o di risciacquo del riso

acqua di riso fertilizzante

@Thamkc/123rf

I diversi nutrienti, come sali minerali e vitamine rendono l’acqua di riso un ottimo fertilizzante naturale per le tue piante. Usatela semplicemente per innaffiare, e vedrai crescere le tue piante da appartamento in modo sano e naturale. Ovviamente l’acqua di cottura non deve essere stata salata.

Leggi anche: Acqua di cottura o di risciacquo del riso: non la butterai mai più dopo aver scoperto questi modi per riutilizzarla

Buccia di banana

banana fertilizzante

@iva/Shutterstock

Ricche di potassio, magnesio e vitamine, le bucce di banana rappresentano un ottimo fertilizzante naturale, in particolare per coltivare le rose. Leggi qui: trucchi e consigli per nutrire le rose con una buccia di banana.

Leggi anche:

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Giornalista pubblicista, laurea con lode in Scienze Politiche, un master in Responsabilità ed etica di impresa e uno in Editing. Scrive per greenMe dal 2009. È volontaria Nati per Leggere in Campania.
eBay

Come scegliere la migliore piscina fuori terra per giardino o terrazzo

Consorzio del Prosecco

Salvaguardia della biodiversità e superfici destinate a siepi e boschetti: il contributo del Consorzio del Prosecco

eBay

Bricolage: le migliori soluzioni per organizzare al meglio i tuoi attrezzi da lavoro

Seguici su Instagram
Seguici su Facebook