Come curare il giardino salvaguardando l’ambiente

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Forse non tutti se ne rendono conto, ma anche l’attrezzatura da giardino con motore termico è una forte fonte di inquinamento.

Certo, il combustibile utilizzato quando si taglia il prato non è moltissimo, ma dobbiamo comprendere anche che i gas di scarico sono immessi direttamente nel nostro giardino; inoltre l’attrezzatura usata in giardino, dal tagliaerba fino alla motosega, non è dotata di sofisticati sistemi per la diminuzione degli inquinanti contenuti nei gas di scarico, cosa invece presente su molte automobili. Allora dovremmo rinunciare a curare il giardino, o usare attrezzatura di tipo manuale? Certo che no, oggi la gamma dei tagliaerba disponibile in commercio comprende anche attrezzi a basso inquinamento, come ad esempio quelli elettrici.

Differenze tra un tagliaerba elettrico e uno termico

La gran parte dei tagliaerba oggi disponibili in commercio sono dotati di un tradizionale motore termico. Stiamo parlando sia dei modelli a spinta, sia dei vari trattorini o dei tagliaerba semoventi. Se ne trovano però in numero sempre maggiore con motore elettrico. Questi modelli di tagliaerba permettono di evitare completamente la produzione di gas di scarico; l’inquinamento prodotto da queste attrezzature durante l’uso è quello dovuto alla produzione dell’energia elettrica che consumano. Se si possiede un impianto fotovoltaico, o si approfitta di un gestore che offre energia elettrica proveniente esclusivamente da fonti rinnovabili, si riduce ulteriormente l’inquinamento prodotto.

Altri vantaggi dei tosaerba elettrici

Esistono poi ulteriori vantaggi correlati all’utilizzo di tagliaerba elettrici. Il principale riguarda la rumorosità di queste apparecchiature, che è del 30-40% inferiore rispetto a quella dei cugini con motore termico. Questo consente di prendersi cura del giardino quasi in qualsiasi momento della giornata e della settimana, senza temere di disturbare i vicini di casa, o addirittura i propri famigliari. Lo stesso dicasi anche del rumore che percepisce l’operatore, che può essere decisamente intenso: con un tagliaerba elettrico il problema si riduce in modo sensibile.

Un tagliaerba leggero e maneggevole

Il motore elettrico permette di conferire al tagliaerba un minore peso, rispetto ai modelli con motore a scoppio. Stiamo quindi parlando di attrezzi più leggeri e facili da gestire. Oggi in commercio se ne trovano di due tipologie: muniti di cavo per il rifornimento di energia, o con batteria. Fino ad alcuni anni fa i tagliaerba a batteria erano progettati per le rifiniture, o per lo sfalcio di prati di piccole dimensioni. Oggi, grazie anche alla possibilità di dotarsi di una coppia di batterie, si può arrivare a tagliare un prato di 600-800 metri, o anche più grandi, quadrati utilizzando l’intera carica a disposizione. I modelli di nuova generazione sono anche più potenti e performanti rispetto a quelli disponibili un tempo. Con la batteria si ottiene maggiore versatilità, senza avere il limite dato dal cavo elettrico, che costringeva molti a munirsi di prolunghe per poter raggiungere ogni angolo del giardino.

La manutenzione

Un ulteriore vantaggio correlato all’utilizzo del tagliaerba elettrico è la minore manutenzione. Negli ultimi anni se ne sta parlando molto anche per quanto riguarda gli autoveicoli: i motori elettrici necessitano di una manutenzione minima, se non addirittura nulla. I nuovi motori brushless funzionano per moltissimi anni, senza bisogno di controllare l’olio, di aggiungere fluidi di vario genere, senza doverne sostituire le diverse parti che li compongono a causa di guasti o usura.

Quanto costa un tagliaerba elettrico

I modelli di tagliaerba elettrico hanno un costo superiore rispetto ai modelli con motore termico di pari potenza e prestazioni. La questione è in parte correlata alla minore diffusione dei modelli elettrici, visto che molti ancora oggi preferiscono i tagliaerba tradizionali. Dobbiamo poi anche tenere conto del fatto che un tagliaerba elettrico è molto più maneggevole, silenzioso e pratico da utilizzare, con una minore manutenzione rispetto ai modelli con motore termico. Il prezzo maggiore è quindi abbastanza motivato.

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Schär

Quando il senza glutine incontra il biologico: nasce la linea Schär BIO

Quercetti

Questi giocattoli sono riciclabili e organici: stimolano la fantasia e insegnano a rispettare l’ambiente

Cristalfarma
Seguici su Instagram
seguici su Facebook