©fon thachakul/Shutterstock

Come coltivare le fragole a partire dal frutto

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Avete mai provato a coltivare le fragole partendo dal frutto? Coltivare le fragole in giardino o in vaso è davvero semplice ed è possibile far crescere le piantine di fragole dagli scarti del frutto. Vediamo come si fa.

Fragola, caratteristiche e proprietà

La fragola (Fragaria vesca L.) è un’erba perenne che appartiene alla famiglia delle Rosaceae caratterizzata da foglie disposte a rosetta, stoloni aerei radicanti, piccoli fiori bianchi e frutti eduli.

Il frutto della fragola è costituito da un ricettacolo ingrossato – la parte rossa – cosparso da piccoli acheni giallo verdi in superficie.

Il ricettacolo della fragola è ricco di flavonoidi, tra cui antociani, dall’azione antiossidante, antinfiammatoria e vasorilassante. Le fragole hanno inoltre proprietà antivirali, ipocolesterolemico e ipolipidemico.

Gli acheni sono i veri frutti della fragola, che possono dare luogo a una nuova pianta, poiché contengono i semi.

In questo strano periodo, chi volesse arricchire il proprio orto sul balcone con qualche piantina di fragola potrebbe incontrare qualche difficoltà a reperire piante già sviluppate. Questo può però trasformarsi in un’occasione per sperimentare e cercare di ottenere piante di fragola partendo dagli acheni.

Coltivare le fragole partendo dal frutto: ecco come fare

Per ottenere piante di fragole dai frutti si può procedere in due modi. Il primo consiste nel ricavare i piccoli acheni dalla fragola, mentre il secondo – decisamente più semplice – prevede di interrare piccole porzioni esterne della fragola. Vediamo questo secondo metodo, più veloce.

Prima di procedere, procuratevi una o due fragole, un vasetto o un contenitore idoneo, anche riciclato: vanno benissimo le confezioni di plastica in cui spesso sono vendute le fragole, provvisti di buchi nella parte inferiore.

Riempite il contenitore con del terriccio universale fin quasi all’orlo, poi disponete sulla superficie della terra le fragole. Dovrete tagliare le fragole ricavando delle strisce con gli acheni, e poi disporre le strisce sulla terra, con gli acheni rivolti verso l’alto.

Coltivare le fragole dal frutto

©GreenMe

Versate poi sulle sezioni di fragola uno strato di terra di circa un centimetro e bagnate abbondantemente con acqua. Coprite il vaso con della pellicola trasparente da cucina, assicurandolo al contenitore grazie a un elastico. Praticate qualche foro sulla pellicola aiutandovi con la punta di un coltello e sistemate il vaso alla luce, ad esempio sul davanzale di una finestra.

Dopo 10/15 giorni dovreste vedere spuntare le prime foglioline: a quel punto potrete rimuovere la pellicola e far crescere la pianta all’esterno, in una posizione a mezz’ombra.

Una volta cresciute, le piante di fragole occupano poco spazio, dunque si prestano bene all’orto sul balcone o sul terrazzo, perché possono essere coltivate anche in contenitori di dimensioni ridotte.

Con cure minime e un po’ di fortuna, le piante riusciranno a fiorire diverse volte regalando gustose fragole fino all’inizio dell’estate.

Leggi anche:

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Laureata in Scienze e Tecnologie Erboristiche, redattrice web dal 2013, ha pubblicato per Edizioni Età dell’Acquario "Saponi e cosmetici fai da te", "La Salvia tuttofare" e "La cipolla tuttofare".
Consorzio del Prosecco

Salvaguardia della biodiversità e superfici destinate a siepi e boschetti: il contributo del Consorzio del Prosecco

eBay

Come scegliere la migliore piscina fuori terra per giardino o terrazzo

eBay

Bricolage: le migliori soluzioni per organizzare al meglio i tuoi attrezzi da lavoro

Seguici su Instagram
Seguici su Facebook