Mehriban Aliyeva/123rf

Come coltivare l’erba cipollina dagli scarti per averla sempre a disposizione

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

L’erba cipollina può essere coltivata in modo semplice partendo dagli scarti. Ecco come avere una nuova piantina sempre pronta per insaporire le vostre ricette.

Cos’è e dove si compra

L’erba cipollina è una piccola pianta aromatica molto utilizzata in cucina per insaporire salse, verdure e altre ricette. La parte aerea di Allium schoenoprasum ha infatti un aroma molto gradevole, simile a quello della cipolla o dello scalogno, ma decisamente più delicato. La pianta di erba cipollina appartiene alla famiglia delle Liliaceae e si sviluppa da piccoli bulbi sotterranei da cui nascono radici fascicolate e foglie e fusti cavi, di un bel verde chiaro e brillante.

Generalmente l’erba cipollina è venduta tagliata e confezionata, ma è possibile acquistare anche piantine di erba cipollina o mazzetti con il bulbo. Se si coltiva la pianta di erba cipollina in giardino o in vaso, per fare in modo che emetta foglie e fusti è sufficiente aspettare dopo ogni taglio che la piantina ricominci a crescere. Se invece si acquista l’erba cipollina con ancora i bulbi, gli scarti possono essere utilizzati per dare vita a nuovi getti.

Come coltivare l’erba cipollina dagli scarti

Coltivare l’erba cipollina dagli scarti è molto semplice e non differisce dalla coltivazione di altre erbe e ortaggi simili, come porri, finocchi, cipolle e scalogni. Una volta utilizzata la parte verde, i piccoli bulbi possono infatti essere sistemati in un contenitore in vetro con un dito di acqua e collocati in una posizione luminosa, ad esempio sul davanzale di una finestra.

erba cipollina scarti

@Mehriban Aliyeva/123rf

I bulbi dovranno essere sempre coperti da acqua e, in breve tempo, svilupperanno piccole radichette e, successivamente, nuove foglie e fusti. Da quel momento è possibile continuare a coltivare l’erba cipollina in idroponica, avendo cura di sostituire l’acqua almeno una volta a settimana, oppure si possono spostare le piantine in un vasetto con la terra. Chiaramente la parte aerea può anche essere tagliata e usata in cucina.

Come si usa in cucina

Per utilizzare l’erba cipollina in cucina è sufficiente recidere una porzione di parte aerea con le forbici. Dopodiché la si risciacqua sotto l’acqua e la si taglia in piccoli segmenti: il taglio consente di rompere le cellule della pianta e sprigionarne l’aroma. Si utilizza a crudo, aggiungendola a insalate estive, paste fredde o salse.

È ottima per insaporire preparazioni vegan che sostituiscono i formaggi freschi spalmabili che si realizzano con yogurt di soia colato per cinque-sei ore e insaporito con erba cipollina tagliata finemente, aglio in polvere e un pizzico di sale.

Leggi anche:

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Laureata in Scienze e Tecnologie Erboristiche, redattrice web dal 2013, ha pubblicato per Edizioni Età dell’Acquario "Saponi e cosmetici fai da te", "La Salvia tuttofare" e "La cipolla tuttofare".
Seguici su Instagram
Seguici su Facebook