I tetti dei taxi diventano orti urbani. A Bangkok i tassisti disoccupati utilizzano le auto per coltivare gli ortaggi

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

E se per una volta le auto avessero un impatto ecologico positivo? Per quanto sorprendente possa sembrare, i tetti e i cofani di centinaia di taxi a Bangkok sono stati utilizzati come orti per coltivare diversi tipi di ortaggi. 

A causa del significativo calo del turismo in Thailandia, dovuto alle rigide regole imposte nel Paese a seguito della pandemia, la società Boworn Taxi Cooperative ha perso i suoi principali clienti. Molti tassisti sono dovuti tornare nei villaggi, abbandonando le loro automobili. 

Così a ovest della città, in un parcheggio all’aperto, alcuni dipendenti hanno deciso di dare una seconda vita alle 200 auto abbandonate. Durante la stagione delle piogge monsoniche hanno avuto l’idea di trasformare i tetti delle auto in orti, dove ora crescono melanzane, peperoni, zucchine e persino il basilico. 

Questa iniziativa è stata concepita con l’obiettivo di dare un sostegno agli autisti e ai dipendenti del settore, che si sono trovati disoccupati. Inoltre l’idea è quella di vendere i prodotti nei mercati locali, un gesto che aiuterà molte persone bisognose. 

Leggi anche: 

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Redattrice su temi della sostenibilità sociale e ambientale. Laureata con lode in filosofia, ha conseguito un master di II livello in Rendicontazione Innovazione e Sostenibilità. Ha maturato esperienza nella comunicazione e nell’organizzazione di eventi presso enti profit e no profit.
Seguici su Instagram
Seguici su Facebook