Autunno: lavori da fare nell’orto e nel giardino

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Con l’autunno, benché si preannuncia decisamente caldo e poco piovoso, arriveranno anche i primi freddi e proprio come noi che abbiamo pensato a fare il cambio di stagione in tempo, riponendo via per benino il vestiario più leggero per far posto a trench e foulard, anche le piante hanno bisogno di essere protette.

Quel che dobbiamo fare, allora, è munirci di semplice tessuto non tessuto, coprendole in modo da evitare loro bruschi stress soprattutto durante le ore notturne nel quale la temperatura scende ma non solo, infatti è bene pensare anche al terreno, culla delle radici e riserva dal quale le piante traggono il loro nutrimento.

Bisogna quindi recuperare paglia, sterpaglie o anche sfalci d’erba da porre sopra le radici attorno alle piante più delicate.

Il compost poi ormai sarà pronto quindi riponetelo nei vostri vasi o sul terreno ed iniziate così il vostro nuovo ciclo di compostaggio, questo giusto in tempo per averlo pronto poco prima della primavera quando vi servirà per fertilizzare nuovamente.

Infine questo è il momento per piantare i bulbi che spunteranno deliziosamente colorati facendo capolino verso la fine dell’inverno o al più tardi a inizio primavera.

piantare bulbi

Usate una miscela fatta con 3 parti di buon terriccio, 1 parte di torba ed 1 parte di sabbia oltre che uno strato di argilla espansa sul fondo.

Alcuni fiori da piantare in piena terra sono i crochi, i bucaneve e l’aconito invernale.

Se volete optate per dei bei vasi, magari da tenere in posizione un po’ riparata o direttamente in casa piantate tulipani e giacinti ponendoli appena sotto la superficie del terriccio, in modo che le punte siano appena ricoperte, così da poterne vedere la fioritura già a dicembre.

I crochi invece hanno bisogno di essere piantati qualche centimetro più in profondità mentre per i narcisi lasciateli emergere un po dal terreno.

I vasi poneteli al fresco ed al buio per 8 settimane e quindi, quando la maggior parte dei bulbi avrà prodotto dei germogli,poneteli pure dove desiderate.

Ma non è finita qui.

In autunno infatti puoi fare la tua scorta di semi perfetti da usare per le semine dell’anno prossimo.

È semplicissimo: lascia maturare i frutti e dopo aver prelevato i semi, lasciali asciugare. Conservali quindi in piccoli sacchettini di carta che puoi benissimo realizzarti da te usando carta di giornale o da riciclo e piegandola in modo da formare un piccolo sacchettino e poni i tuoi sacchettini di semi in un luogo buio, fresco e asciutto.

Kia – Carmela Giambrone

Leggi anche:

Come proteggere il vostro giardino in inverno

Come conservare i semi del tuo orto

Mese di ottobre: semina raccolto e lavori nell’orto

– Compost fai-da-te: tempistiche e applicazioni

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Orto d’Autore

Come scegliere una marmellata buona e di qualità

Mediterranea

Olio di oliva e materie prime a km0: come nasce una crema Mediterranea

Schär

Schär Bio, il gluten free biologico che ha contribuito a far nascere una foresta

Misura

In arrivo più di 13mila nuovi alberi in Italia, dai calanchi di Matera all’agricoltura urbana di Milano

Miomojo

Le borse vegan tutte italiane realizzate con “pelle di cactus” e scarti delle mele

Naturale Bio

Tè matcha per restare in forma: come introdurlo nella propria dieta

Cristalfarma
NaturaleBio
Seguici su Instagram
seguici su Facebook