Fonte Foto: TreeHugger.com

Nel cuore di Copenhagen i fiori sbocciano in luoghi inaspettati, come negli stivali di gomma non più utilizzati dai bambini ormai cresciuti. Si tratta di uno splendido esempio da imitare per realizzare giardini variopinti e creativi a partire da materiali di recupero, stivali per la pioggia compresi, a cui verrà evitato il triste destino della discarica. Gli stivali di gomma non sfigurano per nulla accanto ai vasi di fiori più classici, regalando a giardini e balconi un tocco decisamente estroso.

Un colorato esempio del loro utilizzo è presente a Christiania, quartiere parzialmente autogovernato ed autogestite della capitale danese, nonché uno dei primi esempi in Europa di comunità indipendente che abbia stabilito per se stessa uno status semi-legale e dunque almeno in parte riconosciuto dalle autorità locali. Essa è situata nel distretto di Christianshavn, una delle quindici porzioni in cui la città di Copenhagen è suddivisa e rappresenta uno dei più noti esempi europei relativamente alla scelta da parte di una comunità di cittadini di uno stile di vita alternativo.

Christiania rappresenta per la Danimarca una località in grado di ammaliare ogni anno migliaia di visitatori, attratti in particolare dal lato artistico del luogo, espressione della creatività dei suoi abitanti. La presenza di giardini variopinti, soprattutto in primavera ed in estate, è la caratteristica che maggiormente balza all'occhio dei visitatori.

Come creare minigiardini sul balcone con gli stivali di gomma

Non è difficile provare ad imitare i loro vasi multicolore realizzati a partire dagli stivali di gomma per la pioggia. Vi sarà sufficiente seguire questo semplice procedimento:

1) Recuperate innanzitutto un paio di stivali di gomma usati. Potranno essere quelli di quando eravate bambini o che i vostri figli non utilizzano più. Li potrete reperire altrimenti tramite negozi di vendita di articoli usati sia fisici che online o attraverso uno dei vari appuntamenti o siti web dedicati al baratto. Anche amici o parenti potrebbero averne conservato un paio non più utilizzato.

2) Praticate dei fori nella suola in modo da permettere il drenaggio dell'acqua dal terreno che utilizzerete per le vostre piantine. A seconda della durezza della suola, potrebbe esservi necessario l'utilizzo di un trapano.

Fonte Foto: TreeHugger.com

Fonte Foto: TreeHugger.com

3) Riempite lo stivale con del terriccio della tipologia più adatta ai fiori o alle piante che deciderete di coltivare.

4) Selezionate accuratamente le piantine o i fiori da trasferire nello stivale. L'ideale sarebbe orientarsi verso varietà che siano a stelo lungo e preferibilmente annoverabili tra le bulbose, come tulipani, narcisi e giacinti. Potranno rivelarsi adatte anche campanule, viole del pensiero o petunie.

Marta Albè

Fonte e foto

banner guida pulizie

Scrittori di classe

Come iscrivere la tua scuola a "salvare il Pianeta”, il concorso di Conad e WWF

greenMe su Instagram

Sei su Instagram?

Le nostre foto +belle, le notizie che +ami, il tuo giornale sempre con te!

dieta
integratori
lievito madre
ricette vegane
ricette vegetariane
riciclo creativo
rimedi naturali
yoga
settimana riduzione rifiuti 2018
sai cosa compri
seguici su facebook
corsi greenme
whatsapp gratis
seguici su instagram