Come creare una foresta urbana nel tuo giardino in soli 10 anni (VIDEO)

foresta urbana

Possiamo riportare il verde in città e nei giardini delle nostre case? Secondo Shubhendu Sharma possiamo farlo davvero se impariamo a imitare la natura per riuscire a creare una foresta urbana ricca di biodiversità in soli 10 anni.

Come ha spiegato nel suo Ted Talk, una foresta piantata dall’uomo e poi lasciata crescere in modo naturale di solito impiega almeno 100 anni per diventare rigogliosa. Ma possiamo fare in modo che ciò accada dieci volte più rapidamente se seguiamo il metodo giusto. Secondo l’eco-imprenditore possiamo creare una mini foresta urbana ovunque vogliamo.

Il suggerimento dell’esperto è di osservare come le foreste crescono in natura e di imitarle. Fertilità del suolo, diversità delle specie di piante e strati multipli di vegetazione sono i segreti delle foreste naturali.

Con questo approccio Sharma riesce a creare delle mini-foreste dense di biodiversità nelle aree urbane. Le foreste se sono ben impostate non hanno bisogno di manutenzione e si auto-sviluppano.

Si tratta di un vero e proprio intervento di riforestazione in opposizione alla deforestazione con la differenza che di recente nei luoghi urbani da arricchire di alberi e piante non erano presenti delle foreste. Pensiamo ai cortili urbani e agli spazi verdi abbandonati che potrebbero ripopolarsi di alberi e piante.

Leggi anche: FORESTA URBANA TEMPORANEA: 15MILA ALBERI NEL CUORE DI PARIGI

Sharma vuole operare in accordo con la natura per accrescere la biodiversità locale e per creare dei veri e propri santuari della biodiversità nei cortili delle aziende, degli uffici e delle scuole.

Si è messo all’opera seguendo i consigli dell’esperto giapponese Akira Miyawaki che ha sviluppato un metodo che permette alle foreste di crescere dieci volte più velocemente del normale. Bisogna imitare i processi rigenerativi che la natura sfrutta per creare gli ecosistemi.

Leggi anche: SHINRIN-YOKU: IL SEGRETO PER GUARIRE È NELLA FORESTA

foresta urbana 2
 
foresta urbana 3
 
foresta urbana 4

È necessario partire dal suolo che va arricchito con i nutrienti di cui è carente, poi si identificano le specie adatte da coltivare su quel terreno, a seconda del clima. Quindi si va alla ricerca del terriccio più adatto, proveniente il più delle volte dall’agricoltura. A questo punto si iniziano a inserire nel terreno delle piantine di altezza di circa 80 cm con una densità di distribuzione che va da 3 a 5 piante per metro quadro.

L’area minima di ampiezza della foresta è di 100 metri quadri. La crescita inizia e già dopo 8 mesi i raggi del sole faticano a raggiungere il terreno, secondo quanto spiegato da Sharma. Le foglie cadute diventano humus, la foresta dunque si auto-nutre, gode delle piogge e del sole e inizia a crescere rapidamente.

Vuoi saperne di più? Guarda il video di Shubhendu Sharma con i sottotitoli in italiano.

Marta Albè