semina_indoor

Con la primavera torna il periodo giusto anche per la semina. Anche se non avete a disposizione un balcone o un terrazzo per coltivare il vostro orto urbano, come abbiamo visto diverse volte anche in casa è possibile far crescere le nostre pianticelle. Coltivare indoor diventa semplice ed economico se si seguono alcune piccole accortezze, prime fra tutte quelle di trovare il contenitore giusto per mettere in "incubazione" i nostri semi. Così se non avete tempo di costruirvi una grondaia come suggerito un po' di tempo fa, basta guardarsi un po' intorno e scoprirete che esistono diversi modi, ma soprattutto materiali di scarto da utilizzare per una semina indoor veloce ed ecologica senza ricorrere ad inquinanti e spesso costosi vasetti di plastica. Noi ve ne suggeriamo tre.

Basta prendere nell’ordine: dei vecchi quotidiani, dei gusci d’uovo e dei rotolini di cartone della carta igienica. Tutti materiali che sarebbero finiti nei rifiuti (riciclabili, è vero), ma che, in questo modo, ci permetteranno di risparmiare e di riutilizzarli in un'attività che dà loro letteralmente "nuova vita". Queste operazioni risultano particolarmente adatte da realizzare in compagnia dei bambini per far capire loro l'importanza del riciclo e trasmettere la passione per le piante.

1. La carta dei quotidiani

piantina_giornale

Se abbiamo dei vecchi giornali in casa possiamo sicuramente utilizzarli per realizzare i nostri contenitori. La carta dei quotidiani ha la caratteristica di decomporsi abbastanza velocemente nel terreno ed è quindi particolarmente indicata per la messa a dimora delle nostre giovani piantine.

Considerazioni importanti:

• Non utilizzate la carta dei magazine, patinata e troppo spessa. A noi serve un materiale altamente biodegradabile, che si “sciolga” rapidamente nel terreno. Inoltre gli inchiostri delle riviste molto spesso contengono metalli pesanti che sicuramente non faranno bene alla salute del vostro giardino.

• Potete utilizzare contenitori di diverse dimensioni come supporto per creare i vostri vasetti di carta. Un contenitore di alimenti per bambini o uno di yogurt sono perfetti per creare una base dove riporre i vasi di carta prima che questi vengano trapiantati in giardino.

• Quando metterete a dimora le vostre piantine in giardino o in vaso, assicuratevi che la parte superiore del contenitore di carta sia completamente interrata. Altrimenti la carta rimasta fuori farà l’effetto di uno stoppino imbevuto: accumulerà tutta l'umidità fino a diventare una poltiglia dannosa per l’apparato radicale della pianta.


2. I gusci delle uova

vasetto_gusci_duovo


Questo è certamente un'altro modo originale per creare un vaso dove far germogliare le vostre piante preferite che avevamo già visto in occasione delle idee per riciclare i gusci delle uova.
La loro particolarità sta nel fatto che quando li pianterete nel terreno rilasceranno una piccola dose di calcio molto gradita alla vostra piantina. Vi consiglio di utilizzarli con tutte quelle piante che necessitano di essere interrate ancora molto piccole come ad esempio la lattuga, gli spinaci o le erbe aromatiche.

Considerazioni importanti:

• Pulire accuratamente i gusci delle uova prima di inserirvi le semenze.

• Non dimenticate di praticare dei piccoli forellini di drenaggio sul fondo del guscio in modo che le vostre piante non anneghino. Utilizzate a tal scopo, un punteruolo, un piccolo cacciavite o un chiodino.

• Per facilitare la crescita delle radici nel terreno non dimenticatevi di "sgretolare" leggermente il guscio prima di interrarlo. Questo consentirà alle radici di trovare la loro strada più facilmente.

 


3. I rotolini di cartone della carta igienica

vasi_cartone_Damiano_Della_Grotta

Sono facili da reperire. Chi di noi non li ha in casa? Il loro utilizzo in tal senso lo avevamo già visto nel procedimento per costruire una mini-serra dai rifiuti. Durante il periodo di inizio semina è bene conservarne qualcuno per realizzare i nostri vasetti ecologici. Sono particolarmente indicati, grazie alla loro forma allungata, a tutte quelle piante che hanno una radice madre molto sviluppata e che non amano esser trapiantate, come ad esempio il girasole e il prezzemolo.

Considerazioni importanti:

• Come per i contenitori di carta di giornale, anche per i nostri rotolini di carta igienica assicuratevi che siano ben sotterrati nel terreno onde evitare problemi con le radici.

• Se siete preoccupati che il rotolo non si disciolga abbastanza velocemente potete fare delle piccole incisioni laterali prima di interrarlo o potete togliere uno strato di cartone.

• Può capitare che i contenitori una volta seminati non si tengano perfettamente "in piedi". Per ovviare a questo piccolo problema potete legare tra loro più rotolini o inserirli in una piccola ciotola.

Ora avete a vostra disposizione tre idee originali ed estremamente ecologiche per la semina indoor. E tutto senza dover uscire di casa e senza acquistare i tradizionali vasetti di plastica. Nessun costo e nessuno spreco, nessun rifiuto.

Buona "crescita" a tutti.

Lorenzo De Ritis

monge

Monge

20 cose che il tuo cane e gatto non dovrebbero mai mangiare

plt energy

PLT puregreen

I vantaggi di scegliere un operatore di energia da fonti rinnovabili

sai cosa compri
dieta
integratori
lievito madre
ricette vegane
ricette vegetariane
riciclo creativo
rimedi naturali
yoga
seguici su facebook
manifesto
banner calendario
corsi greenme
whatsapp gratis
seguici su instagram