henry ford serra ospedale

È nata un anno fa e ha cambiato la vita dell'ospedale e di tutti i suoi pazienti. Parliamo della serra biologica dell'ospedale Henry Ford di West Bloomfield, nelle vicinanze di Detroit. La serra è già considerata un modello per tutti gli Stati Uniti. A partire dalla sua apertura, sono state coltivate decine di varietà di ortaggi, da utilizzare per la preparazione dei pasti destinati ai pazienti.

Sono stati i pazienti stessi a dare il via alla coltivazione della serra, in un vero e proprio progetto di ortoterapia. Il giardinaggio e la cura dell'orto hanno permesso ai pazienti di comprendere i benefici di un'alimentazione più sana, basata su cibi biologici, per la prevenzione e il trattamento di malattie croniche come l'obesità.

La nascita della serra è avvenuta grazie ad un donatore anonimo. Lo spazio, di 140 metri quadrati, è gestito dall'esperta di giardinaggio Michelle Lutz. Gli ortaggi e le erbe aromatiche sono coltivate secondo tecniche naturali e nel rispetto della stagionalità. Come metodo principale per la cura della serra è stata scelta la coltivazione idroponica, fuori suolo. Ciò permette di controllare al meglio la crescita delle piante e di ridurre il fabbisogno idrico.

Inoltre, la coltivazione idroponica consente di risparmiare spazio e di accogliere nella serra non soltanto i pazienti, ma anche gli studenti delle scuole ed altri ospiti, che possono visitare l'orto e partecipare a lezioni di giardinaggio.

Accanto all'ortoterapia e ai corsi di agricoltura naturale, all'interno della serra biologica si svolgono degli incontri dedicati alla cucina biologica e alla preparazioni di piatti con le verdure dell'orto. I pazienti imparano come prevenire e trattare le malattie croniche attraverso un'alimentazione più sana.

La serra è sempre pronta ad accogliere i giovani studenti che frequentano le scuole presenti nelle vicinanze, per condurli verso uno stile di vita più sostenibile e sano, soprattutto dal punto di vista nutrizionale. Michelle Lutz, che ora dirige la serra, spera che il proprio progetto venga presto imitato da altri ospedali. Il benessere dei pazienti è, infatti, fondamentale, e l'orticoltura, accompagnata da una nuova consapevolezza alimentare, può davvero contribuire a migliorare la loro salute.

Marta Albè

Fonte e foto: hellobiz.fr

LEGGI anche:

Ortoterapia, perche' curare le piante e' un po' come curare se stessi

TerraForm: l'orto a portata delle persone disabili

Garden Therapy: il vero benessere e' in giardino

cosmetici pelle lavera

Lavera

Come difendere la pelle dall'inquinamento quotidiano

greenMe su Instagram

Sei su Instagram?

Le nostre foto +belle, le notizie che +ami, il tuo giornale sempre con te!

dieta
integratori
lievito madre
ricette vegane
ricette vegetariane
riciclo creativo
rimedi naturali
yoga
21 giugno 300 x 90
sai cosa compri
seguici su facebook
corsi greenme
whatsapp gratis
seguici su instagram