Ecobonus per domotica: ecco cosa e come potrà usufruire delle detrazioni del 65%

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Ecobonus per gli interventi di domotica. Detrazione al 65% se automatizziamo i nostri edifici per regolare riscaldamento, condizionatori e acqua calda. Ma quali opere esattamente possono usufruire delle agevolazioni? Online il vademecum dell’Unità Tecnica Efficienza Energetica dell’ENEA.

Secondo quanto previsto dalla Finanziaria 2016, sono ammesse alla detrazione del 65% le spese per l’acquisto, l’installazione e la messa in opera di dispositivi elettronici, elettrici e meccanici che permettano il controllo automatico personalizzato a distanza di impianti di riscaldamento, climatizzazione estiva e produzione di acqua calda sanitaria.

LEGGI anche:­­­­­­­ DETRAZIONE 65%: COME RICHIEDERE L’ECOBONUS PER TENDE DA SOLE E CALDAIE A BIOMASSA

Ma diverse le condizioni necessarie affinché la detrazione sia applicabile, che riguardano l’edificio e il tipo di intervento. Ecco quali.

L’EDIFICIO

1. deve essere già accatastato o con richiesta di accatastamento in corso

2. deve essere in regola con il pagamento di eventuali tasse

3. deve possedere un impianto di riscaldamento

L’INTERVENTO

1. deve configurarsi come fornitura e messa in opera di dispositivi che consentano la gestione automatica personalizzata degli impianti di riscaldamento/condizionamento o la produzione di acqua calda sanitaria

2. deve riguardare dispositivi che forniscano i dati sui consumi energetici attraverso canali multimediali

3. deve riguardare dispositivi che mostrino le condizioni di funzionamento correnti e la temperatura di regolazione degli impianti

c) deve riguardare dispositivi che consentano da remoto l’avvio, lo stop e la programmazione settimanale degli impianti

Tuttavia non sono spese ammissibili l’acquisto di dispositivi (come smartphone e tablet) che consentano di interagire con apparecchiature già esistenti. Ma soprattutto, se gli interventi vengono effettuati insieme all’installazione di pannelli solari per la climatizzazione o la produzione di acqua calda, la relativa spesa rientra nel valore massimo di detrazione.

LEGGI anche: LEGGE DI STABILITÀ 2016: CONFERMATE LE DETRAZIONI FISCALI DEL 50 E 65%. COSA CAMBIA

Sul vademecum indicati anche i documenti che il cliente è tenuto a conservare e quelli che deve mandare all’ENEA per l’avvio delle pratiche.

Redazione greenMe.it

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Mediterranea

Olio di oliva e materie prime a km0: come nasce una crema Mediterranea

Misura

In arrivo più di 13mila nuovi alberi in Italia, dai calanchi di Matera all’agricoltura urbana di Milano

Miomojo

Le borse vegan tutte italiane realizzate con “pelle di cactus” e scarti delle mele

Orto d’Autore

Come scegliere una marmellata buona e di qualità

Schär

Schär Bio, il gluten free biologico che ha contribuito a far nascere una foresta

Naturale Bio

Tè matcha per restare in forma: come introdurlo nella propria dieta

Cristalfarma
NaturaleBio
Seguici su Instagram
seguici su Facebook