Cambiano il look a Barbie e Bratze e le trasformano in bambole libere acqua e sapone

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Rifare i connotati alle bambole, personalizzandole e rendendole più naturali. Si chiama “dolls hackings”, il fenomeno che si sta diffondendo tra le bambine e che vuole dire no a un modello di donna perfetta e standardizzata, come unico modello a cui aspirare. Le Barbie e le Bratz diventano così bambole acqua e sapone.

Truccate in maniera obiettivamente vistosa, vestiti succinti e tacchi alti, i canoni di bellezza di queste “action doll” vengono ridefiniti da ragazzine armate di dischetti di cotone e solvente, rivoluzionando gli standard di bellezza più venduti.

Una rivolta che prende origine da un articolo di The New Yorker (a firma di Jill Lepore), sull’annosa battaglia legale tra Barbie e Bratz e sulla loro storia di bambole “sexy”, e dall’undicenne Violetta, che vive alle Hawaii, che di tutta risposta ha scritto al direttore. “Non ho mai desiderato una Barbie o una Bratz fino a quando non ho scoperto la ricostruzione delle bambole”.

Dietro di lei ragazzine che trasformano le bambole in modelli più vicini alla propria vita: quello che fanno è cancellare le caratteristiche della bambola con un solvente per unghie, quindi rimuovere pettinature appariscenti e apportare magari anche modifiche al corpo. Sulla scia di quanto proprone l’ex-scienziata Sonia Singh che ha preso un’altra buona abitudine: recupera bambole vecchie, le ripara e le porta a nuova vita: le strucca, le ridipinge, le sveste, reinventa abiti. Il tutto più vicino al mondo delle ragazzine.

dolls 2

Sul suo blog Tree Change Dolls sono mostrati tutti gli eccezionali risultati e mette anche in vendita una guida in formato pdf per la re-styling delle bambole.

dolls

Un’idea che in realtà riprende la storia di Wendy Tsao, una mamma americana che ha deciso di rimuovere il pesante trucco dalle Bratz e aggiungere alcune particolarità fatte in casa per creare bambole modellate su donne reali; o la storia di Mim Hammonds, l’artista che trasforma le bambole dando loro l’aspetto in “ragazze normali”.

Su YouTube, infine, potete trovare parecchi tutorial su come rimuovere la vernice dalle bambole.

Leggi anche:

Germana Carillo

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Giornalista pubblicista, laurea con lode in Scienze Politiche, un master in Responsabilità ed etica di impresa e uno in Editing. Scrive per Greenme.it dal 2009. È volontaria Nati per Leggere in Campania.
Mediterranea

Olio di oliva e materie prime a km0: come nasce una crema Mediterranea

Terranova integratori

Come rafforzare il sistema immunitario prima dell’inverno

Famas

Arriva la fibra di basalto per un isolamento performante

Schär

Schär Bio, il gluten free biologico che ha contribuito a far nascere una foresta

Misura

“A Misura di verde”: al via il progetto che pianterà oltre 13mila alberi in Italia per combattere i cambiamenti climatici

Cristalfarma
NaturaleBio
Seguici su Instagram
seguici su Facebook