Open Source Beehives: gli alveari fai-da-te per salvare le api

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Esiste una soluzione concreta e alla portata di tutti per salvare le api? La moria delle api ha portato ad un vero e proprio declino della popolazione degli insetti impollinatori sia in Europa che negli Stati Uniti. Ora anche noi semplici cittadini potremo offrire il nostro contributo per proteggere le api. Il progetto Open Source Beehives permette di costruire un alveare fai-da-te adatto ad ospitare le api presenti nel luogo in cui viviamo.

L’alveare open source è dotato di speciali sensori che offrono agli scienziati la possibilità di monitorare lo stato di salute delle api e il loro numero, di valutare i livelli di umidità e temperatura e di raccogliere i dati necessari a comprendere le motivazioni del declino delle api e le azioni da compiere per proteggerle.

Open Source Beehives è un progetto nato dalla collaborazione di un team di esperti di ecologia e tecnologia provenienti da Denver, Barcellona e Bruxelles. Gli alveari che hanno progettato sono molto diversi da quelli industriali, che talvolta potrebbero essere realizzati per ottenere la massima produzione di miele, senza tenere conto a sufficienza dello stato di salute delle api.

Gli alveari open source sono stati realizzati per offrire alle api un ambiente a basso tenore di stress, che permetta loro di vivere al meglio. La loro stessa struttura presenta un impatto ambientale minimo, poiché la quantità di legno necessaria per costruirla è stata ridotta al minimo.

Il progetto ha preso vita grazie al crowdfunding sulla piattaforma Indiegogo. Coloro che daranno il proprio contributo per supportare l’iniziativa, riceveranno tutte le istruzioni necessarie per la costruzione di un alveare fai-da-te. È sufficiente una donazione di soli 15 dollari. Il costo del kit completo per la costruzione dell’alveare hi-tech è invece di 280 dollari.

beehive project

open source behive fb

Chi abita in un appartamento o in una zona in cui non è possibile posizionare degli alveari, può comunque supportare la causa, ad esempio adottando un alveare a Denver o a Barcellona. In questo caso, sarà possibile ricevere degli aggiornamenti via e-mail sullo stato di salute delle api adottate. In un solo giorno il progetto ha già raccolto più di 1000 dollari, con l’obiettivo di raggiungere la somma di 20 mila dollari entro i prossimi 30 giorni.

open source beehive 1

open source beehive 2

Clicca qui per supportare Open Source Beehives Project.

Marta Albè

Fonte foto: opensourcebeehives.net

Leggi anche:

Come e perché costruire una casetta per gli insetti utili

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Life Coach, insegnante di Yoga e meditazione. Autrice del libro “La mia casa ecopulita” edito da Gribaudo - Feltrinelli editore.
Cristalfarma

Come gestire nel proprio piccolo disturbi d’ansia e stress di uno dei momenti storici più difficili

Schär

Celiachia o sensibilità al glutine? Come ottenere una corretta diagnosi

NaturaleBio

Cacao biologico naturale, in granella o in polvere: benefici e ricette per portarlo in tavola con gusto

Tua fibra energia

Luce, gas e fibra tutto incluso e a prezzo fisso ogni mese, la nuova frontiera della bolletta unica

ABenergie

Cosa fai dentro casa per risparmiare energia?

TryThis

L’app che ti fa divertire sfidando i tuoi amici anche durante il lockdown

Cristalfarma
NaturaleBio
Seguici su Instagram
seguici su Facebook