mosche

Se la presenza delle mosche vi infastidisce, dimenticate i classici insetticidi comunemente in vendita. Si tratta spesso di prodotti inquinanti, dannosi sia per l'ambiente che per la nostra salute.

Potrete costruire delle trappole per le mosche con materiali di recupero e ingredienti naturali che troverete facilmente nelle vostre cucine. Ecco alcuni esempi che potrebbero esservi utili.

1) Bottiglia di plastica

Per realizzare questa trappola per le mosche vi serviranno 1 bottiglia di plastica, nastro adesivo e 1 pentolino con acqua e zucchero. Suddividete la bottiglia in due parti, tagliano con le forbici poco al di sotto del collo, dove inizia ad allargarsi. Inserite le due parti di bottiglia una dentro l'altra, con l'imboccatura rivolta verso l'interno, come se fosse un imbuto, e fissate con nastro adesivo. In un pentolino versate 5 cucchiai di zucchero, cospargetelo in maniera uniforme sul fondo e unite dell'acqua fino a coprirlo completamente. Mescolate e portate ad ebollizione fino a sciogliere del tutto lo zucchero. Lasciate intiepidire e versate il composto ottenuto nella bottiglia. La trappola funzionerà meglio se la riscalderete al sole o strofinandola con le mani. Invece di acqua e zucchero potrete inserire sul fondo della bottiglia un pezzetto di cibo, ad esempio una fetta di mela. Qui il tutorial completo.

trappola mosche 1

fonte foto: wikihow.com

trappola mosche 1 bis

fonte foto: thehealthyhomeeconomist.com

LEGGI anche: Zanzare: come creare una trappola da una bottiglia di plastica

2) Barattolo di vetro e birra

Ecco un'opzione che vi eviterà di utilizzare la plastica. Vi basterà infatti avere a disposizione un barattolo di vetro piuttosto grande. Versate sul fondo del barattolo della birra. Pare che le mosche siano attirate dalla presenza di anidride carbonica e dagli odori non molto gradevoli. Ad attrarle sono anche le sostanze dolci, quindi potreste provare ad aggiungere alla birra uno o due cucchiaini di zucchero. Poi con del cartoncino di recupero e un pezzetto di nastro adesivo creerete un cono da posizionare all'imboccatura del barattolo. Farà da imbuto e non deve essere immerso nella birra. Posizionate la trappola vicino a una finestra o al cesto della frutta, oppure sulla tavola quando pranzate all'aperto.

trappola mosche 2

fonte foto: blogspot.com

3) Trappola da esterni

Ecco una trappola per le mosche pensata per gli ambienti esterni, ad esempio per il giardino o per il balcone. Avrete bisogno di un flacone di plastica, come quelli del latte o del detersivo, che dovrete risciacquare molto bene. Riempite il flacone d'acqua per metà e versate al suo interno anche mezzo bicchiere di zucchero, quindi agitate. Con un imbuto aggiungete l'aceto, come potete vedere nel video. Poi inserite una buccia di banana intera. Vi basterà agitare leggermente il flacone e posizionarlo in giardino. Potrete anche appenderlo. Le mosche saranno attirate dall'odore del liquido presente al suo interno.

4) Trappola all'aceto e Tea Tree Oil

L'aceto attira le mosche soprattutto per il suo odore piuttosto forte, mentre il Tea Tree Oil, o olio essenziale di Tea Tree, è un insetticida naturale, adatto sia per le zanzare che per le mosche, che potrà sostituire i prodotti comunemente in vendita. Per preparare la trappola per le mosche prendete un bicchiere o un barattolo di vetro. Versate sul suo fondo dell'aceto di vino rosso, un cucchiaino di detersivo per i piatti ecologico e 5 gocce di di Tea Tree Oil. Coprite il barattolo con un sacchetto, come quelli per i surgelati, fissatelo con un elastico e foratelo al centro, in modo che la mosca avvicinandosi potrà entrare nella trappola. Per renderla più efficace potete aggiungere anche un cucchiaino di miele, di zucchero o di melassa.

Leggi anche: Tea Tree Oil: i mille usi, le proprietà e dove trovarlo

trappola mosche aceto tea tree oil

fonte foto: blogspot.com

5) Carta moschicida fai da te

Per preparare la vostra carta moschicida dovrete avere a disposizione della carta da pacchi, acqua, zucchero e miele liquido o sciroppo (ad esempio di mais, di riso o di agave). In un pentolino versate un bicchiere d'acqua, un bicchiere di zucchero e uno di sciroppo o di miele. Mescolate riscaldando a fiamma bassa fino ad ottenere un composto omogeneo e appiccicoso. Versatelo in una vaschetta o in un piatto e immergete ad una ad una le strisce che avrete ricavato dalla carta da pacchi. Non vi resta che appendere la carta moschicida come di consueto e attendere l'arrivo delle mosche.

Leggi anche: 10 rimedi naturali per allontanare le mosche

carta moschicida fai da te

carta moschicida fai da te 2

fonte foto: simple-green-living.com

Marta Albè

LEGGI anche:

10 rimedi naturali per allontanare le mosche

I CORSI CHE TI FANNO STARE BENE!

Più di 100 video-corsi su Alimentazione sana, Salute e Benessere naturale, Psicologia, Rimedi naturali e Animali a partire da 5€. Test, attestati e podcast inclusi

dieta
integratori
lievito madre
ricette vegane
ricette vegetariane
riciclo creativo
rimedi naturali
yoga
sai cosa compri
seguici su instagram
seguici su facebook
fai la cosa giusta

Dai blog