pallet

Riutilizzare i pallet nei progetti fai-da-te è sicuro? I pallet sono riciclabili, sono in legno e non costano nulla, se vengono recuperati e non acquistati. Sembrano dunque i materiali di partenza ideali per i propri progetti di riciclo creativo. Può capitare però che i pallet, come può avvenire per i mobili in legno, siano stati trattati con sostanze chimiche potenzialmente tossiche.

Secondo quanto indicato da Candice Miller, tra gli esperti dall'Università dell'Illinois, è consigliabile prendere in considerazione la provenienza del pallet, l'impiego che ne è stato fatto e l'utilizzo futuro per cui si vorrebbe riciclarlo. I pallet sono tra i materiali prediletti per il riciclo creativo e, con un po' di attenzione in più, potranno continuare ad esserlo. Poniamoci dunque le seguenti domande prima di riutilizzare un pallet.

1) Con quali sostanze è stato trattato?

Attenzione ai pallet provenienti dagli Usa. Negli Stati Uniti, infatti l'USDA richiede che i pallet vengano sottoposti ad un trattamento specifico contro parassiti e agenti patogeni, prima delle spedizioni internazionali. I pallet possono essere trattati con in calore, grazie alle alte temperature, o mediante l'applicazione di bromuro di metile (methyl bromide), un pesticida tossico che è stato correlato a rischi per la salute e all'assottigliamento dello strato di ozono. Attenzione dunque alle sigle presenti sui pallet: HT indica il trattamento con il calore, MB segnala l'impiego di bromuro di metile.

2) Quali sono stati gli utilizzi precedenti?

I pallet possono essere stati utilizzati per il trasporto di sostanze tossiche o di materiali inquinanti. Possono essere stati caricati su mezzi di trasporto in cui le condizioni igieniche risultavano al limite dell'ammissibile. In alcuni casi, come evidenziato dalla National Consumer League degli Stati Uniti, sui pallet possono essere presenti i germi responsabili di E.coli e Listeria.

3) È possibile pulire e disinfettare i pallet?

Si potrebbe provare a disinfettare e pulire i pallet con acqua e sapone, aceto o altri detergenti, nella speranza di rimuovere batteri o altri contaminanti. Secondo quanto contaminato da Miller ad Earth911.com, nessuno di questi rimedi è stato testato. Inoltre, il legno è molto poroso e potrebbe aver assorbito sostanze indesiderate difficili da rimuovere. Meglio affidarsi a pallet di provenienza certa, impiegati, ad esempio, per trasportare carta o prodotti tessili. La provenienza dei pallet deve dunque essere sicura.

4) Come utilizzerete i pallet?

Gli impieghi nelle aree esterne sono i più sicuri. I pallet possono ad esempio essere utilizzati come rastrelliere per le biciclette. L'esperto raccomanda però attenzione nell'impiego dei pallet con cui si prevede di entrare a diretto a contatto o per il loro utilizzo nell'orto. In questi casi si dovrebbe avere la certezza di utilizzare pallet non trattati con sostanze tossiche. Per proteggere la salute e per rispettare l'ambiente, non si dovrebbero mai bruciare pallet nel proprio camino.

5) Come procurarsi pallet sicuri?

Se volete riciclare i pallet nei vostri progetti fai-da-te, è necessario che vi procuriate dei bancali che risultino di provenienza sicura. È possibile entrare in contatto con le aziende locali che possano assicurarvi che i pallet non siano stati utilizzati per la spedizione di sostanze chimiche o di materiali che possano contaminare il legno. Potreste inoltre rivolgervi direttamente ai produttori di pallet, che potrebbero cedervi alcuni materiali da scartare perché considerati imperfetti. I pallet sono materiali preziosi per il riciclo creativo, ma devono essere riutilizzati con un po' di attenzione e buonsenso.

Marta Albè

Leggi anche:

Pallet: 10 modi per riciclare creativamente i bancali

maschera lavera 320

Lavera

Come preparare la pelle del viso all’estate in 5 mosse

riso gallo

Riso Gallo

Riso Gallo Aroma: profumo esotico e sapore mediterraneo

dieta
integratori
lievito madre
ricette vegane
ricette vegetariane
riciclo creativo
rimedi naturali
yoga
sai cosa compri
seguici su facebook
corsi greenme
whatsapp gratis
seguici su instagram