Mare, montagna o città? Come scegliere le finestre più adatte al luogo in cui vivi

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

La scelta delle finestre è fondamentale nella ristrutturazione e nella costruzione di una nuova abitazione. Ecco come orientarsi e quali aspetti valutare in base al luogo in cui viviamo

Mare, montagna o città? Ogni casa ha le sue esigenze

Se state ristrutturando o costruendo la vostra nuova casa, probabilmente vi starete chiedendo quale sia la migliore opzione per i serramenti. La scelta delle finestre è infatti fondamentale non solo per una questione estetica, ma anche e soprattutto perché un buon serramento garantisce una buona illuminazione degli ambienti e consente di isolare al meglio l’abitazione sia dal punto di vista termico che da quello acustico.

Inoltre, ogni casa ha caratteristiche differenti che occorre prendere in considerazione. In città, ad esempio, le abitazioni risultano spesso più rumorose a causa del traffico e più buie perché a ridosso di palazzi ed edifici. I serramenti nelle case di città, poi, possono essere maggiormente esposti allo smog.

In campagna e in montagna, invece, si trovano spesso soluzioni indipendenti, dove si può godere di un bel panorama grazie a finestre di ampie dimensioni ma, di contro, l’abitazione può essere meno isolata dal punto di vista termico e, di conseguenza, decisamente più fredda durante i mesi invernali.

Al mare, infine, l’aspetto più importante da considerare nella scelta delle finestre è sicuramente la salsedine che tende con il tempo a rovinare i serramenti, dunque in questo caso è fondamentale optare per serramenti che resistano alle intemperie e che durino nel tempo, senza richiedere una continua manutenzione.

In ogni caso, i serramenti devono anche adattarsi al contesto e allo stile della casa, quindi è importante scegliere finestre che possano essere personalizzate armonizzandosi all’abitazione e all’ambiente.

Come scegliere le finestre giuste per la propria casa

In commercio esistono numerose tipologie di serramenti, costruiti con diversi materiali. Generalmente, le finestre vengono prodotte in legno, alluminio e PVC, ma non mancano altre soluzioni, tra cui la vetroresina.

Per scegliere il materiale giusto per le finestre della propria casa occorre valutare vari aspetti. A prescindere dal luogo in cui si vive, i serramenti dovrebbero garantire un buon isolamento acustico e soprattutto termico, per evitare sprechi di energia dati dalle dispersioni. È poi essenziale che i serramenti durino nel tempo e che richiedano poca manutenzione per assicurare un risparmio anche nel lungo periodo, oltre che in fase di acquisto. Non dimentichiamo poi la quantità di luce in entrata e l’estetica: le finestre devono garantire una buona illuminazione degli ambienti e armonizzarsi al contesto, per assicurare il benessere di chi vive nella casa.

I serramenti in PVC sono in grado di coniugare tutti questi aspetti, adattandosi perfettamente alle esigenze e allo stile della casa e al luogo in cui si trova. Il PVC è infatti un materiale durevole, altamente performante e personalizzabile nei colori e nelle finiture.

Le finestre in PVC e ThermoFibra proposte da Deceuninck isolano in modo ottimale dai rumori e dalle temperature esterne e sono in grado di resistere alle intemperie. Si tratta di serramenti perfetti anche per le abitazioni in località balneari, dove la salsedine e i raggi solari potrebbero deteriorare i serramenti in breve tempo.

I serramenti in PVC Deceuninck con nodo ridotto consentono poi di godere del panorama in montagna o in campagna e di far entrare fino al 25% di luce in più grazie a una maggiore superficie vetrata, migliorando la luminosità degli appartamenti cittadini. 

Le finestre possono essere completate con sistemi oscuranti in PVC dotati di stecche orientabili o fisse per un maggiore controllo di luce e aria e per garantire privacy e maggiore sicurezza.

Tutti i serramenti sono personalizzabili nei colori e nelle finiture, dunque perfettamente adattabili a qualsiasi contesto e stile, da quelli più tradizionali a quelli moderni.

Il PVC, oltre a essere un materiale di qualità e performante, è anche una materia prima rispettosa dell’ambiente.

Perché il PVC è sostenibile

Contrariamente a ciò che si potrebbe pensare, il PVC utilizzato per la produzione di finestre è un materiale sostenibile e di grande qualità. Questo perché a differenza di altre materie prime, il PVC ha una durata eccezionale, fino a trentacinque anni.

Inoltre, quando arriva il momento di sostituire le finestre, il PVC può essere recuperato al 100% fino a 10 volte senza perdere le proprie qualità e continuando a garantire le stesse prestazioni iniziali.

Deceuninck recupera interamente i serramenti dismessi all’interno del proprio centro in Belgio. All’interno dello stabilimento vengono riciclare 45mila tonnellate di PVC ogni anno, riducendo le emissioni di CO2 di 2kg per ogni chilogrammo di materiale recuperato.

Il processo consente di riciclare anche i profili che contengono rinforzi in acciaio o fibra di vetro trasformandoli in nuovi serramenti di qualità analoga a quelli costruiti con materie prime vergini, ma dall’impatto ambientale nettamente inferiore.

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Telepass

Telepass: quante emissioni fa risparmiare non fare la fila al casello?

Coripet

Meno plastica con le bottiglie realizzate in PET riciclato, Bottle to Bottle di Coripet premia te e l’ambiente

Seguici su Instagram
Seguici su Facebook