©Shutterstock/AudriusBag

Indignazione per lo zoo cinese che ha messo un cane nella gabbia dei lupi

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Se pensavate di aver visto tutti, guardate questo video. Un cane viene messo in una gabbia per lupi. Benvenuti, si fa per dire, allo zoo di Xiangwushan nella provincia cinese di Hubei. Un goffo tentativo volto a far passare un Rottweiler per un lupo?

Questo zoo, situato nella Cina centrale, ha lasciato sgomenti i visitatori. Ad accogersi che nella gabbia dei lupi ci fosse un Rottweiler è stato un uomo, che ha filmato la scena. Il video è diventato immediatamente virale e mostra un visitatore dello zoo di Xiangwushan a Xianning, mentre si avvicina al recinto dei lupi.

L’inquadratura si sofferma sull’animale che tutto sembra tranne che un lupo: è un Rottweiler sdraiato su un fianco all’interno della gabbia. Il video ha fatto il giro del mondo, scatenando anche numerose polemiche.

Il signor Xu, che ha realizzato il filmato, ha detto a Beijing News di aver chiesto al personale del parco perché ci fosse un cane nella gabbia del lupo. Gli è stato risposto che il precedente inquilino, un lupo vero, era “morto di vecchiaia”. Un dipendente dello zoo ha inoltre spiegato che il Rottweiler era il cane da guardia dal parco e che sarebbe stato tenuto in gabbia solo temporaneamente. Magra consolazione. In ogni caso, che sia l’uno o l’altro, la scena desta comunque indignazione.

Qui il filmato:

Non è la prima volta che accade. In altre occasioni gli zoo hanno tentato di fornire sostituti degli animali selvatici. Nel 2019, riprese video simili hanno mostrato un cane in un recinto di lupi nel Jiufengshan Forest Park nella vicina città di Wuhan. Nel 2017, uno zoo nel Guangxi meridionale aveva promesso pinguini ma i visitatori hanno trovato dei gonfiabili . Nel 2013, un mastino tibetano è stato spacciato per gatto africano in uno zoo dell’Henan. Ci sono stati anche diversi casi di asini dipinti per sembrare zebre.

Zoo in crisi a causa della pandemia

Sebbene siano vantaggiosi per il turismo locale,  molti zoo, soprattutto quelli più piccoli, “stanno lottando per sopravvivere al giorno d’oggi”, soprattutto per via della pandemia. A gennaio, un famoso zoo nella città orientale di Nanchino ha chiesto al pubblico donazioni, rivelando di non essere stato in grado di pagare gli stipendi dei suoi dipendenti come conseguenza diretta della pandemi. Lo stesso zoo in cui è stato rinchiuso il Rottweiler si trova vicino a Wuhan, l’epicentro del Covid-19.

Gli animali sono quelli che stanno pagando il prezzo più alto. Sono sempre più numerosi quelli contagiati dall’uomo e morti negli zoo a causa del Covid. La pandemia non ha fatto altro che mostrare quanto siano inutili e pericolosi.

Un motivo in più per chiudere gli zoo e regalare ai poveri prigioneri la libertà, non solo in Cina ma in tutto il mondo.

Fonti di riferimento: BBC, YouTube,

LEGGI anche:

 

 

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Giornalista pubblicista specializzata in Editoria, Comunicazione Multimediale e Giornalismo. Nel 2011 ha vinto il Premio Caro Direttore e nel 2013 ha vinto il premio Giornalisti nell’Erba grazie all’intervista a Luca Parmitano.
Schär

Pasta madre senza glutine: tutto quello che devi sapere

Ènostra

“Libertà è autoproduzione”: con ènostra l’energia è rinnovabile, etica e sostenibile

Seguici su Instagram
Seguici su Facebook