La vita segreta dei gatti

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Cosa fanno i nostri amici gatti quando sono da soli? Come trascorrono i loro momenti di assoluta privacy? Teoricamente non possiamo saperlo, ma a svelare i retroscena della vita segreta dei gatti è stata la BBC che in collaborazione col Royal Veterinary College ha realizzato un simpatico documentario dal titolo The Secret Life of the Cat all’interno del programma Horizon. Curiosi di saperlo?

Tranquilli. In nostra assenza il nostro micio trascorre il suo tempo soprattutto ad effettuare scorribande territoriali. Altre volte invece va semplicemente a caccia. Studiare gli animali in natura senza disturbare il loro comportamento naturale e senza infastidirli non è mai stato facile, ma negli ultimi anni alcune tecnologie hanno permesso di guardare cosa accade nell’affascinante mondo degli animali senza creare loro alcun disagio.

Utilizzando dei collari dotati di GPS ad alta precisione e con dei sensori elettronici per registrare l’attività e il movimento dei pelosi amici, il gruppo di veterinari ha monitorato il omportamento di 50 gatti per 24 ore. La tecnica era stata utilizzata finora per monitorare e controllare lo stato di salute della fauna selvatica, com’è accaduto con i ghepardi selvatici in Botswana. Ma nessuno l’aveva mai applicata allo studio del comportamento dei gatti.

Nonostante vivano con noi, non sempre infatti sappiamo bene di cosa hanno bisogno e come stanno. Per questo il programma Horizon si è proposto di imparare a conoscere bene questi animali domestici, e lo ha fatto osservando il bel da fare di Ginger, Chip, Orlando, Hermie, Phoebe e compagnia, una bella squadra di gatti che popola il villaggio di Shamley Green, nel Surrey.

I sensori hanno dunque rilevato gli effettivi movimenti degli animali. In questo modo, che stiano andando a caccia, rubando il cibo dalla ciotola di qualche altro cucciolo, i gatti sono stati sbirciati di sottecchi.

E i risultati, a detta dei ricercatori, farebbero spalancare gli occhi anche a chi è certo di conoscere a fondo il proprio felino. “Il progetto è stato affascinante per noi e per quello che ci ha permesso di imparare sui gatti e sulle loro interazioni umanespiegano gli esperti della BBC.

Dai risultati è emerso che i gatti erano abbastanza sedentari e che pur avendo libertà di movimento, essi tendevano a rimanere all’interno dei confini del villaggio. Forse per la facilità con cui possono reperire il cibo. Altra cosa emersa dall’osservazione è che spesso i gatti vanno in case diverse dalla propria. Ma non tutte le giornate sono uguali. Le loro attività quotidiane infatti sono influenzate da vari fattori, come il tempo, la temperatura, l’alimentazione.

Tutto sommato, non troppo diversi da noi.

Francesca Mancuso

LEGGI anche:

10 piante velenose per i gatti

Tashiro-Jima, l’isola dei gatti. Un vero paradiso in terra per i felini

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Giornalista pubblicista specializzata in Editoria, Comunicazione Multimediale e Giornalismo. Nel 2011 ha vinto il Premio Caro Direttore e nel 2013 ha vinto il premio Giornalisti nell’Erba grazie all’intervista a Luca Parmitano.
Tua fibra energia

Luce, gas e fibra tutto incluso e a prezzo fisso ogni mese, la nuova frontiera della bolletta unica

TryThis

L’app che ti fa divertire sfidando i tuoi amici anche durante il lockdown

ABenergie

Cosa fai dentro casa per risparmiare energia?

Schär

Sei celiaco? Da Schär un test di prima autovalutazione dei sintomi da fare in pochi click

NaturaleBio

Cacao biologico naturale, in granella o in polvere: benefici e ricette per portarlo in tavola con gusto

Cristalfarma

Come gestire nel proprio piccolo disturbi d’ansia e stress di uno dei momenti storici più difficili

Cristalfarma
NaturaleBio
Seguici su Instagram
seguici su Facebook