Kim Jong-un vieta i cani come animali domestici e ordina la confisca in Corea del Nord

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Cani in casa, in Corea del Nord saranno vietati. Kim Jong-un ha appena introdotto uno dei suoi discutibili divieti che questa volta colpisce gli animali domestici per eccellenza, i cani.

Acclamata per proteggere il paese dalla “decadenza” capitalista, la mossa sembra mirata a placare il crescente malcontento dell’opinione pubblica in mezzo alla terribile situazione economica in cui versa il paese. Una sorta di “lusso” a cui deve essere posto un freno.

Anche se la notizia del divieto sta circolando in questi giorni, in realtà Kim Jong-un avrebbe introdotto il divieto di possesso di animali domestici a luglio, definendolo come “una tendenza ‘contaminata’ dall’ideologia borghese”. Il provvedimento è stato attuato lo scorso luglio e, secondo fonti confermate dall’edizione inglese del quotidiano sudcoreano Chosun,  risponde alla tendenza dei cittadini di alto rango di possedere cani come animali domestici, cosa che le classi inferiori non vedrebbero troppo bene.

“La gente comune alleva maiali e bestiame sui loro portici, ma funzionari di alto rango e i ricchi cani da compagnia hanno alimentato un certo risentimento” ha rivelato la fonte.

Secondo Chosun, le autorità stanno identificando le famiglie in cui vivono cani da compagnia e le stanno costringendo a rinunciarvi o peggio confiscano i cani con la forza, abbattendoli.  In altri casi, i cani vengono rinchiusi negli zoo statali o venduti ai ristoranti in cui si consuma la loro carne.

I proprietari di animali stanno “maledicendo Kim Jong-un alle sue spalle”, ma c’è poco che possano fare. I diritti degli animali sono sempre più bassi nell’agenda del regimei. La proprietà degli animali domestici è stata a lungo considerata parte della decadenza occidentale.

Una notizia che ci fa rabbrividire.

Fonti di riferimento: Chosun

LEGGI anche:

200 cani destinati al macello salvati da un allevamento di carne in Corea del Sud

Stop alla macellazione dei cavalli in Grecia, d’ora in poi sono equiparati a cani e gatti

Cani e gatti per la prima volta tolti dalla lista degli animali commestibili in Cina. Il Festival di Yulin ha i giorni contati

 

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Giornalista pubblicista specializzata in Editoria, Comunicazione Multimediale e Giornalismo. Nel 2011 ha vinto il Premio Caro Direttore e nel 2013 ha vinto il premio Giornalisti nell’Erba grazie all’intervista a Luca Parmitano.
Deceuninck

L’importanza della luce naturale in casa e come ottenere giochi di luce con qualche accortezza

Mediterranea

Siero viso anti-age con buon Inci: la prova prodotto di Olive Mediterranea

Cristalfarma
Seguici su Instagram
seguici su Facebook