L’uomo che ha salvato il suo cucciolo di Cavalier King dalle fauci di un coccodrillo

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

In Florida, Richard Wilbanks stava facendo una passeggiata con il suo Cavalier King di soli 3 mesi quando, improvvisamente, un alligatore è uscito dall’acqua attaccando il cucciolo. La prontezza e il coraggio dell’uomo hanno permesso al cane di mettersi in salvo. La scena è stata immortalata in un video registrato da una telecamera di sicurezza destinata al monitoraggio della fauna selvatica.

Pur di salvare il proprio cane dal diventare il pasto di un coccodrillo, un uomo di 74 anni non ha esitato a mettersi in pericolo, entrando in acqua e combattendo contro il rettile per tirare fuori dalle sue fauci il Cavalier King.

“Stavamo camminando vicino allo stagno ed è uscito dall’acqua come un missile. Non avrei mai pensato che un alligatore potesse essere così veloce” ha raccontato l’uomo alla CNN.

Ha poi aggiunto che l’adrenalina e l’istinto sono entrati in gioco e, come potete vedere dal seguente video, gli hanno permesso di lanciarsi in acqua, afferrare il coccodrillo che aveva già in bocca il cagnolino sott’acqua e, con un po’ di fatica, riuscire a liberarlo.

L’insolita scena è stata ripresa dalle telecamere di sorveglianza che monitorano la fauna selvatica presente nel parco a sud di Fort Myers in Florida, installate nell’ambito della partnership tra la Florida Wildlife Federation e la fSTOP Foundation.

La cosa più difficile è stato indubbiamente il fatto di dover aprire la mascella del rettile che, ovviamente, l’ha morso.

Fortunatamente il cagnolino è rimasto illeso e anche Richard sta bene, ha dovuto solo vaccinarsi contro il tetano per precauzione, in seguito alle ferite provocate dal coccodrillo.

Il rettile si trovava nel suo habitat e ha fatto solo quanto richiesto dalla propria natura. Del resto l’uomo con il suo cane si trovavano in uno spazio condiviso e, di conseguenza, l’alligatore non verrà rimosso dallo stagno né ucciso.

Nonostante quanto accaduto, anche Richard è d’accordo con questa decisione.  “Fanno parte della natura e parte della nostra vita” ha dichiarato. Ora continua a passeggiare nella zona ma tenendo il Cavalier King al guinzaglio e sufficientemente a distanza dal bordo dello stagno.

Ha ricordato però che, oltre all’istinto e all’adrenalina, qualcos’altro l’ha spinto a buttarsi in acqua:

“I nostri animali domestici sono una famiglia per noi”  

Cosa non si farebbe per salvare i nostri amici a 4 zampe.

Fonti: CNN / News Press

Leggi anche:

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Francesca Biagioli è una redattrice web che si occupa soprattutto di salute, alimentazione naturale, oli essenziali e fitoterapia, le sue passioni da sempre. Laureata in lettere moderne, con Master in editoria, ha poi virato le sue competenze verso il benessere olistico
ABenergie

Come scegliere e valutare il tuo gestore di energia luce e gas. Scarica la guida

ECS

Ripartire in green: come alberghi e strutture ricettive possono rilanciarsi investendo sul turismo verde

Cristalfarma
NaturaleBio
Seguici su Instagram
seguici su Facebook