Per non farti odiare dal tuo gatto, devi assolutamente evitare di fare queste 6 cose

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Piccoli gesti e comportamenti che compiamo quotidianamente possono confonderli o infastidirli. Scopriamo le sei cose che i gatti odiano degli esseri umani.

Tra gli animali domestici preferiti dagli italiani ci sono i gatti, e chi ne ha uno può confermare quanto sia bello tornare a casa alla fine di una dura giornata e sentirsi accolto dalle fusa di un’adorabile micetto. Inoltre, essendo animali che hanno bisogno d’indipendenza, possono restare a casa da soli per molto tempo, non richiedono molta cura e non hanno bisogno di grandi spazi.

Tuttavia ci sono alcune cose che i gatti non sopportano degli esseri umani, e conoscerle ci aiuterà a capire un po’ meglio le loro reazioni e il loro comportamento, migliorando di conseguenza la convivenza con i nostri amici felini.

Ecco alcune cose che i gatti odiano degli esseri umani:

I gatti odiano fare il bagno

©Eduardo Gonzalez Diaz/123rf

Nonostante ci siano alcune eccezioni, la maggior parte dei gatti non è d’accordo con l’idea di farsi un bagno. Le ragioni possono essere diverse: non gli piace sentirsi controllati, con il pelo bagnato si sentono più pesanti e meno agili, inoltre essendo la loro pelle sensibile tendono a sentire più freddo.

Persino l’aspetto evolutivo potrebbe giustificare il loro rifiuto. Gli antenati di molte razze di gatti infatti provenivano dal Medio Oriente, una regione con un clima desertico dove difficilmente si incontravano grandi quantità di acqua, alimentando così una certa diffidenza nei suoi confronti.

I gatti odiano l’affetto eccessivo

©Pavel Romanchenko/123rf

Coccole e carezze? Sì, ma solo quando lo decidono loro e senza esagerare. Infatti, a differenza dei cani, sono animali abbastanza indipendenti e in molte occasioni poco socievoli. Per i gatti il contatto fisico è una forma di dominanza, ed è questo il motivo per cui si lasceranno accarezzare solo quando vogliono loro e non ogni volta che vi venga voglia di farlo.

I gatti odiano i suoni forti

©Anna Yakimova/123rf

I gatti hanno bisogno di una vita tranquilla e senza eccessi. Avendo l’udito molto sensibile, odiano anche i suoni forti. Le urla, il rumore dell’aspirapolvere o l’abbaiare dei cani possono causare stress o ansia nei felini, pertanto, per non turbare i nostri amici a quattro zampe, vi consigliamo di non alzare eccessivamente il volume della televisione o della radio, e in generale di evitare i rumori potenti.

I gatti odiano gli odori forti

©Marina Diakova/123rf

Così come l’udito, anche il senso dell’olfatto dei gatti è molto sviluppato e per questo odiano gli odori molto forti. Essendo animali che comunicano anche attraverso gli odori, sentirsi circondati da potenti fragranze umane può essere abbastanza fastidioso.

I gatti odiano essere ignorati

cangattile cerca collaboratori

I gatti sono indipendenti, ma non solitari. Hanno bisogno della compagnia di altri gatti e dei loro amici a due zampe. È vero non gli piacciono le coccole eccessive, ma allo stesso tempo non amano essere ignorati, e quindi verranno sempre da voi in cerca di carezze quando ne avranno voglia, e se verranno ignorati ripetutamente, potrebbero persino “punirvi”, ad esempio bagnandovi il ​​letto o le scarpe.

I gatti odiano la mancanza di pulizia

©sonjachnyj/123rf

Odiando l’acqua si potrebbe pensare che siano animali sporchi, ma in realtà i gatti sono fissati con la pulizia e l’igiene personale, e appena possono si puliscono da soli. È questo il motivo per cui non saranno contenti di vivere in una casa sporca e, soprattutto, odieranno trovare la loro lettiera sporca. Per aiutare la vostra convivenza quindi cercate di pulire sempre la sua lettiera dopo che ha fatto i suoi bisogni e cercate di mantenere le aree del vostro gatto sempre pulite.

E i vostri gatti invece cosa odiano di più?

LEGGI anche:

Sui gatti potrebbe interessarvi anche:

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Comunicatrice sociale specializzata in giornalismo ambientale e terzo settore, un master in Comunicazione Ambientale e uno in Innovazione Sociale. In greenMe ha trovato il suo habitat ideale.
Seguici su Instagram
Seguici su Facebook