Maltrattamento animali: cani accecati coi laser in aumento. Ma gli autori rischiano la galera

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Negli ultimi tempi si sta diffondendo a macchia d’olio un’abitudine aberrante a scapito dei cani, accecati dal raggio laser da parte di persone intolleranti e fuoricontrollo, che puntano il dannoso raggio di luce contro gli animali nel tentativo di incitarli a smettere di abbaiare.

A denunciare questa triste pratica sempre più in aumento in Italia è l’Aidaa – Associazione in difesa degli animali edell’ambiente – che evidenzia 77 casi a Venezia, 68 a Milano e 43 a Roma, le tremetropoli più coinvolte dal fenomeno.

Una pratica assai diffusa, ma dannosissima per gli animali – che rischiano diessere accecati in modo irreversibile – e anche controproducente, perché il cane,sentendosi ferito e disturbato, tende a latrare ed agitarsi ancora di più.

Questa cattiva abitudine è molto diffusa al nord, specie di notte, quando i cani –giudicando sospetto un rumore – iniziano ad abbaiare. I vicini però non ci stanno eper vendicarsi del padrone e del cane puntano il raggio laser contro l’animale, nel tentativo di farlo smettere.

Questo comportamento, una volta scoperto, prevede delle sanzioni pecuniariee in alcuni casi addirittura la galera, a seconda della gravità del danno provocatoall’animale. Il fascio di luce infatti può danneggiare permanentemente il nervo otticodel cane e l’autore – in base alla legge 281 che disciplina i maltrattamenti suglianimali – rischia il carcere, oltre a multe superiori ai 10.000 euro.

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Schär

Schär Bio, il gluten free biologico che ha contribuito a far nascere una foresta

Orto d’Autore

Come scegliere una marmellata buona e di qualità

Naturale Bio

Tè matcha per restare in forma: come introdurlo nella propria dieta

Misura

In arrivo più di 13mila nuovi alberi in Italia, dai calanchi di Matera all’agricoltura urbana di Milano

Miomojo

Le borse vegan tutte italiane realizzate con “pelle di cactus” e scarti delle mele

Mediterranea

Olio di oliva e materie prime a km0: come nasce una crema Mediterranea

Cristalfarma
NaturaleBio
Seguici su Instagram
seguici su Facebook