Lucky è morto: il cane simil breton, anziano e malato, era stato gettato in un cassonetto

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Lucky non ce l’ha fatta. Il cane anziano e malato che era stato gettato nel cassonetto come un sacco di spazzatura purtroppo è morto, nonostante i tentativi di curarlo.

A darne notizia è l’associazione Amici Animali a 4 zampe, che lo aveva soccorso lunedi scorso. Il povero malcapitato, che aveva 18 anni, era stato trovato in un strada isolata sulla Sarzanese da un passante.

Era in condizioni precarie, pieno di larve e cardiopatico. A nulla sono serviti i tentativi dei veterinari di salvarlo. Era troppo tardi…

“Purtroppo ci ha chiamato la clinica veterinaria e il cane trovato a Terricciola giorni fa nel cassonetto non ce l’ha fatta. Il nostro cuore è a pezzi, avremmo voluto un finale diverso. Vi ringraziamo tutti per il sostegno, noi abbiamo cercato fino all’ultimo di dargli le migliori cure possibili ma lo stato di salute del cane era fino troppo compromesso. Chi ha contribuito alla raccolta fondi lo ringraziamo, i soldi andranno a sostegno per il pagamento delle cure veterinarie”, spiega l’associazione.

Come ultima decisione, visto che il suo aguzzino lo aveva buttato nel cassonetto, i volontari hanno deciso di dare al cane almeno la sepoltura. Così questo “vecchietto” è stato sepolto tra le colline di Lajàtico, in provincia di Pisa.

L’associazione ricorda poi che la storia di Lucky è straziante, ma come lui ce ne sono a migliaia:

“Chi volesse comunque aiutarci, vi lasciamo i dati bancari dell’associazione, dobbiamo comunque saldare il conto della clinica. Per tutti quelli che si sono fatti avanti per l’adozione vi ringraziamo, se vorrete salvare comunque un cane anziano dal canile…ne abbiamo diversi ospiti presso il Parco Canile, chiamateci!”.

Buon ponte piccolo, nessuno si merita tanta crudeltà…

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Mediterranea

Olio di oliva e materie prime a km0: come nasce una crema Mediterranea

Misura

“A Misura di verde”: al via il progetto che pianterà oltre 13mila alberi in Italia per combattere i cambiamenti climatici

Schär

Schär Bio, il gluten free biologico che ha contribuito a far nascere una foresta

Cristalfarma
NaturaleBio
Seguici su Instagram
seguici su Facebook