A Reggio Calabria qualcuno ha dato fuoco a una colonia felina, ora è rimasta solo cenere

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Di quel rifugio creato con amore per dare una casa ai gatti randagi non è rimasto che un cumulo di cenere. Siamo di fronte all’ennesimo atto di vandalismo nei confronti dell’ambiente e degli animali. A Reggio Calabria, ignoti hanno appiccato fuoco a un cumulo di rifiuti adiacente alla colonia felina di Via Lia, ‘Il gatto nero onlus’ che da anni, si batte per la cura degli amici a quattro zampe.

La colonia aveva da poco festeggiato i 40 anni di attività, adesso arrivano queste immagini tremende pubblicate sui social dalla presidente dell’associazione Daniela Gironda che promette il ripristino dello spazio, per non abbandonare i 20 gatti della colonia che girovagavano liberi e trovavano lì cibo e acqua pulita.

Le fiamme hanno distrutto due casette, i rifugi, i dosatori e tutto il materiale presente nella vasta area.

“ L’incendio è divampato dall’interno, dal centro del terreno della colonia , e non dalla spazzatura come in prima ipotesi si voleva giustificare e credere . Esternamente da un lato c’era della spazzatura che si è bruciata e vicino a questa c’era una macchina che sul davanti si è bruciata .La barbarie del gesto che stato fatto non è giustificabile ne ammissibile, perché primo non si da fuoco , ne ad erba ne alberi, ne spazzatura , secondo è un gesto barbaro e criminale, perché la colonia è conosciuta, è dichiarata censita sia al comune che all’Asl ed è visibilissima!! Tutti sanno benissimo che lì c’è una colonia e chi non lo sa lo vede!! Chiunque abbia appiccato il fuoco, che abbia incendiato l’erba, la spazzatura o qualsiasi cosa, lo ha fatto con la consapevolezza che lì c’erano dei gatti innocenti. Che ci auguriamo siano fuggiti tutti. E non osiamo nemmeno pensare a cosa sarebbe accaduto se l’automobile fosse esplosa”, scrive Daniela Gironda su Facebook mostrando con foto e video il disastro.

In questo video la presidente mostra l’unica parte integra dove sono già state posizionate ciotole con cibo e acqua. Stamattina già due gatti sono rientrati, la speranza è che nessuno di loro sia morte nel rogo:

L’appello della colonia

In attesa che si faccia chiarezza sull’accaduto, la colonia felina invita ancora una volta a non dimenticarsi dei gatti randagi:

“Tutti i nostri piccoli si trovano a Reggio Calabria, ma possono arrivare a Roma e Milano, e da li o si trova staffetta o gli adottandi vanno a prenderli al loro arrivo, in queste due destinazioni, al fine di poter essere affidati in tutta Italia, con obbligo di sterilizzazione se adottati quando sono ancora dei cuccioli , previ controlli di pre e post affido e firma del modulo di adozione. No giardini e balconi non in sicurezza”.

Chi volesse adottare un gattino o fare una donazione, trova tutte le info QUI

Fonte: Daniela Gironda/Facebook

Leggi anche:

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Giornalista professionista, laureata in Scienze Politiche con master in Comunicazione politica, per Greenme si occupa principalmente di tematiche sociali e diritti degli animali.
Quercetti

Questi giocattoli sono riciclabili e organici: stimolano la fantasia e insegnano a rispettare l’ambiente

Schär

Quando il senza glutine incontra il biologico: nasce la linea Schär BIO

Cristalfarma
Seguici su Instagram
seguici su Facebook