@Katia Ruggiero/Facebook

Giù le mani dai cani! A Verona la manifestazione per salvare i Beagle dal triste destino della sperimentazione animale

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Non ha lasciato indifferenti la notizia dell’arrivo dei 20 cuccioli di Beagle a Verona, dove verranno utilizzati come cavie da laboratorio per la realizzazione di farmaci. Gli attivisti, insieme a tanti cittadini, si sono già mobilitati per salvarli e per mostrare tutta la loro indignazione nei confronti della crudele pratica della sperimentazione sugli animali. “Giù le mani dai cani!” è questo lo slogan scelto per la protesta che si svolgerà domenica 26 settembre alle ore 11, in via Fleming 4, davanti ai cancelli del centro sperimentale di Aptuit (di proprietà della multinazionale farmaceutica tedesca Evotec), dove sono giunti i 20 Beagle provenienti dalla Francia.

20 cuccioli di Beagle destinati alla sperimentazione – scrive su Facebook Katia Ruggiero, una delle attiviste che prenderà parte alla manifestazione – 20 cani! 20 cuccioli! È un orrore, cerchiamo di fermarlo. Tutti a Verona! Non lasciateci soli! Venite anche voi! Non lasciateci soli! È il momento di esserci tutti! 

Il triste destino dei Beagle arrivati a Verona 

Come vi abbiamo raccontato un paio di giorni fa, i cagnolini sono arrivati a bordo di un furgone la scorsa settimana al laboratorio Aptuit, uno dei centri più grandi d’Italia dove vengono testati e sviluppati nuovi farmaci e in, assenza di alternative scientificamente riconosciute, ricorre alla sperimentazione sugli animali. A denunciare la vicenda era stata l’associazione Centopercentoanimalisti, che la sera dell’8 settembre ha organizzato un blitz a sorpresa davanti alla sede dell’Aptuit.

Una petizione per salvare i 20 cuccioli di Beagle 

Nel frattempo, in attesa della manifestazione in programma il 26 settembre, dal basso è partita anche una petizione su Change.Org (diretta all’Aptuit) per mettere in salvo i cani destinati alla sperimentazione e dire basta alle torture sugli animali. Alla petizione hanno già aderito oltre 8mila persone. 

CLICCA QUI per firmare anche tu!

Seguici su Telegram | Instagram Facebook | TikTok | Youtube

Fonti: Facebook/Change.Org

Leggi anche: 

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Laureata in Media, comunicazione digitale e giornalismo all'Università La Sapienza, ha collaborato con Le guide di Repubblica e con alcune testate siciliane. Per la rivista Sicilia e Donna si è occupata principalmente di cultura e interviste. Appassionata da sempre al mondo del benessere e del bio, dal 2020 scrive per GreenMe
Schär

Pasta madre senza glutine: tutto quello che devi sapere

Ènostra

“Libertà è autoproduzione”: con ènostra l’energia è rinnovabile, etica e sostenibile

Seguici su Instagram
Seguici su Facebook