Gigio, il cane che ha vegliato per giorni il suo proprietario morto è ora in cerca di una nuova casa

gigio-

Vi ricordate la storia di Hachiko, cane giapponese che ha fatto commuovere tutto il mondo per la fedeltà mostrata al proprietario che continuava ad aspettare alla stazione anche dopo la sua morte? Ebbene non è il solo a meritarsi tanta fama. Adesso ad Arsiero (Vicenza) vi è un nuovo Hachiko.

Si chiama Gigio e per quasi due giorni ha vegliato il suo proprietario ormai morto non lasciandolo mai solo.

Quando sono arrivati i vigili del fuoco in casa, allarmati dai vicini che non vedevano da troppo tempo il 75enne Arturo Roncaglia, si sono trovati di fronte ad una scena straziante: l’uomo era morto e il cane era al suo fianco in attesa che si svegliasse e non lasciava avvicinare nessuno. Erano quasi due giorni che non mangiava né beveva.

L’estrema fedeltà e l’amore di questo cane per il suo proprietario potrebbero però fargli rischiare la vita dato che l’animale continua a non mangiare, trema, ha paura di qualunque cosa e le persone che l’hanno soccorso temono che si lasci morire.

Un vero e proprio shock emotivo è infatti quello che ha vissuto Gigio a causa della separazione forzata da Arturo a cui era legatissimo da molti anni e con cui dormiva sempre insieme.

gigio

L’Enpa di Thiene-Schio ha dunque lanciato un appello per l’adozione. Si cerca per lui una nuova famiglia (senza altri animali) che possa donargli l’amore di cui ha bisogno garantendogli pazienza e il tempo necessario ad acquisire la sua fiducia. Se poi in casa c’è un giardino dove Gigio possa correre e giocare tanto meglio.

Se avete queste caratteristiche e volete adottare Gigio potete scrivere un sms o un messaggio Whatsapp al numero 347-2796801.

Non lasciamo solo questo cane tanto sensibile e speciale!

Leggi anche:

Francesca Biagioli

Hello Fish!

Pesce, ne consumiamo troppo e male. Ecco come fare scelte responsabili

Sei su Instagram?

Le nostre foto +belle, le notizie che +ami, il tuo giornale sempre con te!

corsi pagamento

seguici su facebook