Scopri se il tuo gatto è stressato e usa questi trucchi per aiutarlo

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Anche i gatti soffrono lo stress: i segnali a cui dovresti prestare attenzione, le cause più comuni e i consigli per placarlo

Il vostro gatto mangia di meno? Non ha voglia di giocare ed esplorare? Tende a nascondersi per lunghi periodi o cerca di stare sempre tra i suoi odori? Potrebbe essere stressato. Lo stress nei gatti è molto più comune di quanto si creda. Allo stesso modo è anche molto sottovalutato, anche se purtroppo potrebbe portare a problemi intestinali, diarrea o vomito, disturbi compulsivi tra cui alopecia e iperestesia.

Per questo lo studio dell’Università autonoma di Barcellona apparso sul Journal of Feline Medicine and Surgery è così importante. I ricercatori, infatti, hanno scientificamente stabilito quali sono i segni di stress nei gatti domestici, la loro causa e come placarli. (Leggi anche: Troppe coccole stressano i gatti: 4 consigli per mici felici)

Le conclusioni di questo articolo dovrebbe essere di interesse per tutte le famiglie che condividono il loro territorio con un gatto. Sulla base della somma delle conoscenze etologiche, propongono una semplice lista di comportamenti da tenere sempre per uscire fuori dal circolo vizioso di stress.

Se il consiglio è sempre quello di rivolgersi a un veterinario comportamentalista per valutare bene la situazione. Di certo queste regole valgono sempre e comunque in via generale per tutti i gatti.

Ecco cosa fare per evitare lo stress:

  1. La creazione di uno spazio sicuro e riservato per il gatto, dove ha tutte le sue risorse necessarie;
  2. Il rinnovamento costante di giocattoli, che possano simulare piccole prede. (Leggi 10 giochi per gatti fai-da-te)
  3. Lo sviluppo di uno spazio accessibile in tre dimensioni, in particolare, verticale (mensole, piattaforme, ecc) perché i gatti amano appollaiarsi in altezza e osservare. Anche un osservatorio sotterraneo potrebbe essere molto apprezzato. (LEGGI Perché i gatti amano le scatole cosi’ tanto?)
  4. La separazione dello spazio lettiera, le aree di riposo e lo spazio di alimentazione.  (LEGGI 10 idee per una casa a misura di cani e gatti)
  5. La presenza di un graffiatoio: farsi le unghie è un’attività legata alla comunicazione territoriale e serve a mantenere una buona forma. (LEGGI Come costruire in 10 mosse un tiragraffi per il vostro gatto)

Sui gatti ti potrebbe interessare anche:

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Caporedattore di greenMe. Dopo una laurea e un master in traduzione, diventa giornalista ambientale. Ha vinto il premio giornalistico “Lidia Giordani”, autrice di “Mettici lo zampino. Tanti progetti fai da te per rendere felici i tuoi amici a 4 zampe” edito per Gribaudo - Feltrinelli Editore nel 2015.
ECS

Ripartire in green: come alberghi e strutture ricettive possono rilanciarsi investendo sul turismo verde

Foodspring

Colazione proteica vegan per chi la mattina ha il tempo contato

Cristalfarma
NaturaleBio
Seguici su Instagram
seguici su Facebook