Gatti: i loro morsi non sono da sottovalutare

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

I gatti sono nostri amici e spesso per giocare aguzzano zanne e artigli. Lo fanno in buona fede e in molti casi si abituano anche ad andarci piano con i loro amici umani, però può capitare di essere morsi e spesso si sottovaluta la ferita pensando che basta un pochino di acqua ossigenata per risolvere il tutto. In alcuni casi potrebbe non essere così.

Il consiglio di fare maggiore attenzione a non trascurare i morsi dei gatti viene dagli Stati Uniti dove una nuova ricerca, effettuata dalla Mayo Clinic e pubblicata sul Journal oh Hand Surgery ha sottolineato invece come un morso ben dato può far sì che vengano iniettati in profondità nei nostri tessuti dei batteri, creare infezione e procurarci problemi tali da dover ricorrere alle cure ospedaliere. Tutto ciò avverrebbe in un caso su 3.

I ricercatori hanno preso come campione 193 pazienti morsi alla mano da un gatto, la maggior parte di essi erano donne di circa 50 anni. Non tutte le persone si erano rivolte ad un ospedale per farsi medicare ma la maggior parte invece (154) aveva scelto di curarsi da sola con antibiotici orali.

Questo e’ sintomo del fatto che spesso episodi simili vengono trascurati mentre non si dovrebbe farlo si tratta invece di una questione da prendere molto seriamente da parte dei medici come dei pazienti,anche se il morso sembra apparentemente innocuo: soprattutto se la mano inizia a gonfiarsi e a infiammarsi, poi, occorre agire subito con terapie d’urto aggressive” ha spiegato il dottor Brian Carlsen, autore dello studio.

Il problema è infatti che ci sono casi in cui gli antibiotici non sono sufficienti perché i batteri presenti nei gatti sono resistenti ai farmaci pensati invece per curare ceppi batterici tipici degli uomini.

Ciò non significa che bisogna farsi prendere dal panico in caso di morso di un gatto ma è importante valutare se la ferita è profonda e può aver provocato infezione. In questo caso meglio affidarsi alle cure mediche ed evitare il fai da te per scongiurare il rischio che la situazione si complichi.

Francesca Biagioli

Leggi anche:

Biscotti per gatti fai-da-te: 10 ricette

– 10 piante velenose per i gatti

A Torino arriva “MiaGola Caffé”, il primo caffé italiano “dei gatti”

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Francesca Biagioli è una redattrice web che si occupa soprattutto di salute, alimentazione naturale, oli essenziali e fitoterapia, le sue passioni da sempre. Laureata in lettere moderne, con Master in editoria, ha poi virato le sue competenze verso il benessere olistico
NaturaleBio

Cacao biologico naturale, in granella o in polvere: benefici e ricette per portarlo in tavola con gusto

Tua fibra energia

Luce, gas e fibra tutto incluso e a prezzo fisso ogni mese, la nuova frontiera della bolletta unica

ABenergie

Cosa fai dentro casa per risparmiare energia?

TryThis

L’app che ti fa divertire sfidando i tuoi amici anche durante il lockdown

Cristalfarma

Come gestire nel proprio piccolo disturbi d’ansia e stress di uno dei momenti storici più difficili

Schär

Celiachia o sensibilità al glutine? Come ottenere una corretta diagnosi

Cristalfarma
NaturaleBio
Seguici su Instagram
seguici su Facebook