L’emergenza sanitaria sta mettendo in crisi i canili e i gattili di tutto il mondo

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

L’emergenza sanitaria sta mettendo in crisi i canili e gattili di tutto il mondo. Sebbene in alcuni Paesi si sia registrato un aumento delle adozioni, in molti altri crescono gli abbandoni a causa delle difficoltà economiche che molte famiglie stanno affrontando come conseguenza della pandemia, e non solo.

Questo porta al sovraffollamento delle strutture, che devono fare i conti con risorse economiche e alimentari sempre minori e con la difficoltà di reperire farmaci e vaccini per gli animali.

La Society for the Prevention of Cruelty to Animals (SPCA), una delle tante associazioni animaliste impegnate a far fronte a questa crisi, ascolta ogni giorno storie strazianti da tutto il mondo.

Molti animali domestici sono rimasti senza i loro amici umani deceduti e vengono ritrovati abbandonati negli appartamenti ormai vuoti, altri vengono lasciati in strada o consegnati ai canili e ai gattili: tante famiglie non riescono più a prendersi cura dei propri amici a quattro zampe, altre hanno paura che cani e gatti possano essere contagiosi.

L’emergenza riguarda anche i cani e gatti delle colonie, che con la chiusura delle attività e con il blocco degli spostamenti, non hanno più potuto contare sull’approvvigionamento di cibo da parte dei volontari e dei titolari di ristoranti, negozi e uffici che se ne prendevano cura.

La situazione, già grave prima dell’emergenza Covid, rischia di precipitare e fa crescere la paura di non potersi occupare di tutti gli animali e di dover ricorrere alla soppressione di cani e gatti.

In questo periodo più che mai occorre ricordare l’importanza del lavoro delle associazioni animaliste nella tutela degli animali.

Ieri e oggi si celebra la “Giornata degli animali Enpa”, evento che sta coinvolgendo centinaia di volontari in più di 60 piazze italiane impegnati a informare la cittadinanza sul lavoro delle associazioni e sull’importanza del contributo di tutti noi per aiutare gli animali domestici e selvatici e tutelare l’ambiente.

“La Giornata degli Animali Enpa è l’occasione per celebrare e condividere l’impegno che ogni giorno come associazione mettiamo per tutelare gli animali.
Con amore, dedizione, conoscenza e tenacia i nostri volontari operano sul territorio per garantire rispetto e libertà per tutti gli animali, siano essi selvatici o domestici.
Una tradizione che abbiamo voluto onorare ancor di più quest’anno, nonostante il momento complesso e delicato. Perché oggi più che mai è importante ricordare l’importanza vitale del rispetto per gli animali e per l’ambiente” ha dichiarato Massimo Pigoni, Vice Presidente nazionale Enpa.

Ognuno di noi può contribuire adottando un animale domestico oppure attraverso la donazione di cibo, coperte, oltre che di denaro e, perché no, anche dedicando un po’ del proprio tempo in volontariato presso i canili e gattili della propria città.

Fonti di riferimento: ENPA/Nation of Change

Leggi anche:

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Laureata in Scienze e Tecnologie Erboristiche, redattrice web dal 2013, ha pubblicato per Edizioni Età dell’Acquario "Saponi e cosmetici fai da te", "La Salvia tuttofare" e "La cipolla tuttofare".
Misura

“A Misura di verde”: al via il progetto che pianterà oltre 13mila alberi in Italia per combattere i cambiamenti climatici

Famas

Arriva la fibra di basalto per un isolamento performante

Terranova integratori

Come rafforzare il sistema immunitario prima dell’inverno

Schär

Schär Bio, il gluten free biologico che ha contribuito a far nascere una foresta

Fairtrade

Le settimane Fairtrade del commercio equo e solidale: compra etico e scopri online l’impatto dei tuoi acquisti

Cristalfarma
Seguici su Instagram
seguici su Facebook