@ thaka1/123rf.com

Fai bene a dare cubetti di ghiaccio al tuo cane per rinfrescarlo?

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

La calura di questi giorni è dura da affrontare non solo per noi, ma anche per i nostri amici a quattro zampe. È sano mettere nella loro ciotola qualche cubetto di ghiaccio per permettere loro di trovare un po’ di sollievo al caldo?

Gli animali sono sensibili quanto noi ai cambiamenti di temperatura, e il caldo che stiamo vivendo in queste settimane sta mettendo a dura prova anche la loro salute. Ci sono molte cose che possiamo fare per offrire ai nostri cani un po’ di refrigerio dalla calura, come per esempio una bella passeggiata fatta al mattino presto o anche la sera tardi.

Anche un po’ di ghiaccio può aiutare a rinfrescare i nostri cani: possiamo congelare in freezer i suoi giochi masticabili preferiti, o anche la ciotola dell’acqua prima dell’utilizzo, o addirittura aggiungere qualche cubetto di ghiaccio all’acqua che beve, senza che vi siano controindicazioni particolari per la sua salute. I rischi per la dentatura connessi alla masticazione del ghiaccio duro sono molto scarsi.

Se l’animale, tuttavia, presenta i sintomi tipici del colpo di calore (nausea, vomito, respirazione affannosa, movimenti lenti e scoordinati) il ghiaccio va evitato assolutamente, ed è bene portare il cane presso un centro veterinario per accertamenti.

(Leggi anche: Caldo estivo: come proteggere i nostri gatti?)

I cubetti di ghiaccio devono essere però proporzionati alla taglia del cane: per esempio, un cane di piccola taglia non dovrebbe ricevere cubetti troppo grandi che possono soffocarlo, ma si potrebbe optare per cubetti frantumati o addirittura per ghiaccio tritato, in modo da ridurre al minimo il rischio di soffocamento.

In alternativa al ghiaccio, possiamo congelare fettine di mela o di carota: rappresentano uno snack fresco e salutare per rinfrescare il nostro cane. Oppure possiamo coprire il nostro amico peloso (specie se cucciolo) con un asciugamano bagnato con acqua fredda (ma non troppo) e ‘liberarlo’ una volta che il panno si è asciugato. Infine, possiamo provare a spruzzare il pelo del nostro animale con acqua fredda per mezzo di un vaporizzatore, ma attenzione: non tutti i cani gradiscono questo trattamento (alcuni ne sono addirittura spaventati!) – meglio quindi fare prima una prova sulle sue zampette e osservarne la reazione prima di procedere a vaporizzare l’acqua sul resto del corpo.

Seguici su Telegram Instagram Facebook TikTok Youtube

Fonti: Blue Cross for Pets / Human Society

Ti consigliamo anche:

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Ho 25 anni e sono laureata in Lingue Straniere. Sono da sempre attenta alle problematiche ambientali e rivolta a uno stile di vita ecosostenibile. Tento nel mio piccolo di ridurre al minimo l’impronta ambientale con scelte responsabili nel rispetto della natura che mi circonda.
Seguici su Instagram
Seguici su Facebook