Lupo e Nuvola, una piccola buona notizia: i cani dell’hotel Rigopiano sono vivi

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Lupo e Nuvola, i pastori abruzzesi degli albergatori e simbolo di quello che era un angolo di paradiso tra le montagne, sono vivi. Un piccolo segno di speranza, mentre l’Italia è duramente colpita dalla tragedia di Farindola, dove in queste ore si continua a scavare per trovare qualche superstite sotto le macerie e la neve, dopo la violenta slavina che ha spostato di dieci metri l’hotel Rigopiano.

C’è chi ipotizza che siano riusciti a salvarsi da soli, in contrada Farindola, Villa Cupoli, siano stati accolti e rifocillati da un abitante della zona, c’è chi parla di un salvataggio delle Forze dell’ordine, dalle quali però non arrivano notizie ufficiali.

Le dinamiche a questo punto poco importano, i due pastori sono vivi e la certezza è che anch’essi al momento della slavina si trovavano all’interno dell’hotel Rigopiano. Il loro ritrovamento forse riaccende la speranza di trovare ancora delle persone vive, mentre i cani da soccorso hanno fiutato degli odori. Le ultime notizie riportano di 5 persone che sarebbero vive sotto la valanga.

“Questo non può di certo colmare il vuoto e la distruzione che attraversa un paese in ginocchio ancora speranzoso, nell’attesa soltanto di notizie positive, me in prima persona. Ma questi due bellissimi cagnoloni, rivedendoli, di certo sono riusciti a farmi tornare a battere il cuore, almeno per qualche secondo, riportando la speranza”, scrive Martina Rossi.

Alla luce delle cellule fotoelettriche, si è scavato tutta la notte ma finora non ci sono buone notizie. Al momento sono tre i corpi estratti (chiaramente si tratta di numeri sempre in aggiornamento) e non è ancora chiaro il numero dei dispersi che alle prime ore della tragedia era intorno ai 22, adesso si parla anche di 30 o addirittura 34 persone tra clienti e dipendenti.

Dominella Trunfio

Foto

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Giornalista professionista, laureata in Scienze Politiche con master in Comunicazione politica, per Greenme si occupa principalmente di tematiche sociali e diritti degli animali.
Mediterranea

Olio di oliva e materie prime a km0: come nasce una crema Mediterranea

Miomojo

Le borse vegan tutte italiane realizzate con “pelle di cactus” e scarti delle mele

Orto d’Autore

Come scegliere una marmellata buona e di qualità

Misura

In arrivo più di 13mila nuovi alberi in Italia, dai calanchi di Matera all’agricoltura urbana di Milano

Schär

Schär Bio, il gluten free biologico che ha contribuito a far nascere una foresta

Naturale Bio

Tè matcha per restare in forma: come introdurlo nella propria dieta

Cristalfarma
NaturaleBio
Seguici su Instagram
seguici su Facebook