I cani durante il lockdown sono i nostri ansiolitici naturali e ci aiutano a superare la depressione

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

I cani sono dei veri e propri ansiolitici naturali che possono aiutarci ad affrontare questo periodo di lockdown. Anche se è iniziata la Fase 2, la strada per tornare alla normalità è ancora lunga e i nostri amici a quattro zampe sono nostri alleati per superare ansia e depressione.

Abbiamo parlato tante volte dei benefici che un cane può darci: le coccole abbassano la pressione sanguigna con benefici su tutto il corpo, minor rischio di infarti e malattie cardiovascolari. Ancora il loro contatto aumenta la produzione di endorfine e ossitocina, ormoni che ci portano il buonumore e abbassa quella di cortisolo, l’ormone dello stress. Senza considerare che poi passeggiare il loro compagnia ci aiuta anche a smaltire qualche chilo di troppo. Il loro amore incondizionato ci porta all’empatia e alla socialità, ma anche al senso di responsabilità, quello che ci permette di prenderci cura di loro.

I cani sono un antistress e ci aiutano ad affrontare la solitudine, sono tanti coloro che stanno vivendo il lockdown dell’emergenza coronavirus lontani dalle persone care. Adesso uno studio pubblicato dalla Revista colombiana de psicologìa suggerisce che i cani possono essere ansiolitici naturali per le persone che attraversano momenti difficili. Gli amici a quattro zampe, infatti, possono fornire lo stesso tipo di supporto sociale, come familiari e amici.

Nello studio si fa poi riferimento alla salute mentale strettamente collegata alla presenza di un cane. Gli esperti consigliano, quando si è depressi, di focalizzare la nostra energia su qualcosa di positivo, come giocare con il proprio cucciolo o camminare insieme. Secondo i ricercatori poi, avere un cane ci mantiene attivi, perché ci spinge a non lasciarci andare, a non diventare automi e cadere nell’apatia. Ciò è importantissimo soprattutto per le persone anziane che hanno dei ritmi di vita molto diversi dagli altri.

Il cucciolo con il suo modo di vivere ci permette anche di svagarci, di allontanare la paura e il senso di impotenza che stiamo vivendo in questo periodo. Ancora, da non sottovalutare a livello psicologico, c’è la questione della cosiddetta ‘costanza affettiva’, il cane non ci tradirà mai ed è quindi uno stimolo per chi ha anche problemi con le relazioni.

Ma siccome anche i nostri amici possono soffrire il cambio di routine, ricordiamoci di stimolare sempre il loro istinto, magari con giochi di fiuto in casa o con palline e oggetti che possono tenerli occupati, questo tipo di attività non solo rilasserà loro, ma anche noi. In un momento in cui il contatto fisico con le persone è minimo o quasi nullo, la loro presenza può compensare questa mancanza.

Fonte: Revista colombiana de psicologìa

Sui benefici di un cane puoi leggere anche:

 

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Giornalista professionista, laureata in Scienze Politiche con master in Comunicazione politica, per Greenme si occupa principalmente di tematiche sociali e diritti degli animali.
Naturale Bio

Tè matcha per restare in forma: come introdurlo nella propria dieta

Miomojo

Le borse vegan tutte italiane realizzate con “pelle di cactus” e scarti delle mele

Schär

Schär Bio, il gluten free biologico che ha contribuito a far nascere una foresta

Misura

In arrivo più di 13mila nuovi alberi in Italia, dai calanchi di Matera all’agricoltura urbana di Milano

Mediterranea

Olio di oliva e materie prime a km0: come nasce una crema Mediterranea

Orto d’Autore

Come scegliere una marmellata buona e di qualità

Cristalfarma
NaturaleBio
Seguici su Instagram
seguici su Facebook