Pet therapy: cani e gatti potranno far visita ai padroni negli ospedali del Lazio

cane-ospedale

Cani e gatti potranno entrare negli ospedali del Lazio grazie a un nuovo regolamento dal nome “4 Zampe con te”, che ha come obiettivo quello di rendere meno traumatica la degenza rivedendo i propri amici pelosi.

Dopo la Lombardia e la Toscana, anche il Lazio permetterà l’accesso degli animali in ospedale. Il regolamento, che ogni struttura sanitaria che attiverà il servizio dovrà integrare, prevede l’individuazione di aree appositamente dedicate in cui è autorizzato l’ingresso degli animali quindi aree esterne o giardini, sale apposite o d’aspetto, corridoi o terrazze (indicando espressamente le aree interdette all’accesso degli animali).

“Per noi la salute dei pazienti è al primo posto e quindi ogni iniziativa che possa contribuire a migliorare la loro condizione per noi è di fondamentale importanza”, spiega il presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti.

Secondo il governatore, infatti, il momento della malattia “è una fase molto difficile da affrontare e avere al proprio fianco, oltre ai parenti e le persone care, anche i nostri animali domestici è un fattore che può avere ricadute molto positive nel processo di cura e riabilitazione dei pazienti di qualsiasi età”.

Conosciamo bene i benefici della pet therapy e sappiamo anche che chi è costretto a una lunga degenza oltre ai familiari, lascia a casa anche il proprio cane o gatto e spesso passano anche dei mesi prima di poterli riabbracciare. Averli con sé, può avere una valenza terapeutica, riabilitativa, educativa, ma anche ludico-ricreativa.

Negli ospedali in cui il servizio sarà attivato ci sarà apposita cartellonistica che indicherà sia le aree individuate che gli orari di visita per gli animali che potranno accedere nelle strutture solo se muniti di Certificato sanitario di buona salute (non antecedente ai 7 gg.).

A fare da pioniere sarà il nuovo ospedale dei Castelli romani che aprirà i battenti a fine anno. Con le nuove regole- si legge in una nota stampa- l’obiettivo è ridurre al minimo i disagi al regolare svolgimento dell’attività sanitaria della struttura e al contempo permettere l’accesso degli animali in visita ai pazienti con evidenti ricadute positive per il processo di cura.

Leggi anche:

Dominella Trunfio

Giornalista professionista, laureata con lode in Scienze Politiche e con un master in Comunicazione Pubblica e Politica. Vincitrice di due premi giornalistici per la realizzazione di due documentari. A settembre 2017 pubblica "Appunti di antimafia. Breve storia delle azioni della ‘ndrangheta e di quelli che l’hanno contrastata".
Coop

Mini-muffin al cioccolato serviti e cotti nella buccia di clementine

Caffè Vergnano

Regali di Natale: un’idea personalizzata e green per la persona che ami

Hello Fish!

Preservare i nostri mari un passo alla volta, a partire dalla stagionalità del pesce

Coop

Natale Green, dal menù ai regali, dalle decorazioni alla tavola, la guida per le feste

Seguici su Instagram
seguici su Facebook