Stop al commercio di carne di cane e gatto: in Indonesia arriva la svolta (forse)

cane-indonesia

Stop al commercio di carne di cane e gatto in Indonesia. Potrebbe esserci la svolta dopo anni di battaglie, petizioni e proteste. Il governo indonesiano sembra intenzionato a voler porre fine a questa pratica che mette a rischio la salute pubblica.

La svolta è frutto dell’incontro sul Coordinamento nazionale del benessere degli animali tenutosi a Giacarta nei giorni scorsi che aveva tra le tematiche anche la discussione sul commercio di carne di cane e di gatto (spacciata per pollo ai turisti).

Dietro la decisione del governo indonesiano non c’è una motivazione animalista, ma se il risultato è quello di interrompere il commercio, alla fine poco importa. L’Indonesia ha perso credibilità e sono tantissimi coloro che trovano inaccettabile uno standard così basso di benessere animale.

L’industria del turismo ha subito un duro colpo quando è stato scoperto che ai turisti veniva data carne di cane spacciata per pollo e le immagini del mercato di Tomohon all’inizio del 2018 che mostravano le condizioni in cui erano costretti a vivere questi animali, hanno avuto come risultato un’indignazione generale.

Bastonati, torturati e racchiusi in piccole gabbie di bambù. Ogni anno a Bali, 70mila cani vengono macellati e serviti ai turisti nei ristoranti. Secondo Animals Australia, il numero dei cani uccisi a Bali è sette volte maggiore rispetto a quello del Yulin Dog Eating Festival in Cina.

carne di cane bali

Qualche giorno fa il Dog Meat Free Indonesia (DMFI) aveva diramato una comunicazione spiegando che i turisti erano esposti a rabbia a causa del commercio illegale di carne di cane e gatto. Il 93% delle persone che vivono in Indonesia è in disaccordo con il loro consumo, eppure si continua a vedere per strada.

Qui in ballo c’è anche una questione di salute pubblica ( oltre di frode) perché gli animali uccisi sono randagi che potrebbero aver contratto la rabbia. Da tempo si boicotta il commercio anche attraverso petizioni globali.

carne di cane bali1

“Mangiare carne di cane non è illegale a Bali, ma uccidere gli animali con crudeltà o contaminare la carne con il veleno è contro la legge”, spiega Lyn White, direttore della campagna di Animals Australia.

La carne di cane viene venduta non solo nei ristoranti, ma anche per strada, ma se i turisti domandano cosa sia, viene risposto loro che è carne di pollo. Il governo per adesso ha espresso solo l’intenzione, speriamo che presto il tutto diventi realtà.

carne di cane bali2

La petizione è ancora in corso, puoi firmarla QUI

Leggi anche:

Uccisi e serviti nei ristoranti: ecco il terribile destino di 70mila cani a Bali

Dominella Trunfio

Foto: Animal Australia

Giornalista professionista, laureata con lode in Scienze Politiche e con un master in Comunicazione Pubblica e Politica. Vincitrice di due premi giornalistici per la realizzazione di due documentari. A settembre 2017 pubblica "Appunti di antimafia. Breve storia delle azioni della ‘ndrangheta e di quelli che l’hanno contrastata".
Florena Fermented Skincare

Cosmetici naturali fermentati: cosa sono e perché sono così efficaci per la cura del viso

Coop

Le bottigliette d’acqua riciclate del Jova Beach Party diventano t-shirt sportive

Caffè Vergnano

Regali di Natale: un’idea personalizzata e green per la persona che ami

Hello Fish!

Preservare i nostri mari un passo alla volta, a partire dalla stagionalità del pesce

Seguici su Instagram
seguici su Facebook