Spezzano le zampe al cucciolo di cane e lo abbandonano sofferente in un terreno privato

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Ancora un triste episodio di maltrattamento di animali. A Eboli ad un cucciolo di cane di razza meticcia sono state spezzate le gambe. Così dopo i gatti presi a fucilate, si consuma l’ennesimo orrore.

A lanciare l’allarme era stata una bambina, che con la madre aveva notato i latrati di dolore del povero cucciolo. Il tutto è avvenuto domenica sera, in un terreno attiguo al convento di San Pietro alli Marmi (Eboli). Sul posto sono intervenuti i vigili del fuoco e gli agenti della polizia municipale per salvare il cane a cui erano state spezzate le zampe. Ma non solo.

Il povero cane era stato scaraventato al di là di un cancello alto più di due metri all’interno di una proprietà privata dove il meticcio immobilizzato a terra per via delle ferite emetteva latrati di dolore. I pompieri sono poi entrati nella proprietà e hanno recuperato l’animale che adesso è ricoverato in una clinica veterinaria di Napoli. Adesso, sono in corso le indagini per risalire all’autore del gesto che rischia la denuncia per maltrattamento di animali.

Fonte: La città di Salerno

Leggi anche:

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Giornalista professionista, laureata in Scienze Politiche con master in Comunicazione politica, per Greenme si occupa principalmente di tematiche sociali e diritti degli animali.
ABenergie

Cosa fai dentro casa per risparmiare energia?

TryThis

L’app che ti fa divertire sfidando i tuoi amici anche durante il lockdown

Cristalfarma

Come gestire nel proprio piccolo disturbi d’ansia e stress di uno dei momenti storici più difficili

Tua fibra energia

Luce, gas e fibra tutto incluso e a prezzo fisso ogni mese, la nuova frontiera della bolletta unica

Schär

Sei celiaco? Da Schär un test di prima autovalutazione dei sintomi da fare in pochi click

NaturaleBio

Cacao biologico naturale, in granella o in polvere: benefici e ricette per portarlo in tavola con gusto

Cristalfarma
NaturaleBio
Seguici su Instagram
seguici su Facebook