Questo cane ha nuotato in mare per oltre 200 chilometri prima di essere salvato

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Ha nuotato per oltre 200 chilometri al largo della costa thailandese, prima di essere salvata da un operaio. Una storia incredibile, quella di Boonrod, la cagnolina che ha sfidato le onde e lottato per la sopravvivenza.

La sua testa è spuntata nel mare del Golfo di Thailandia, quasi un miraggio per gli operai che stavano lavorando sulla piattaforma petrolifera. Non riuscivano a credere che, in mezzo al nulla, potesse esserci un cane.

Il cane è stato ribattezzato Boonrod che in thailandese significa “sopravvissuto al karma”, proprio perché la sua storia ha dell’incredibile. Gli operai stavano effettuando dei lavori di controllo, quando uno di loro aveva notato qualcosa che galleggiava accanto ai piloni della struttura.

Un pesce? Un delfino? L’operaio ha strabuzzato gli occhi quando ha visto che si trattava di un cane. Sorpresa dovuta al fatto che la piattaforma si trova a 200 chilometri dalla terraferma. Sperando che nessuno abbia buttato giù da un imbarcazione questo adorabile cane femmina, il suo salvatore ha ipotizzato che avesse nuotato per trovare finalmente una casa o la strada del ritorno.

cane thailandia3
cane thailandia2

Dopo essersi rifocillato e aver bevuto finalmente dell’acqua dolce, Boonrod ha dispensato coccole per tutti diventando la mascotte del gruppo. Adesso la cagnolina si trova in un rifugio della Watchdog Thailand dove sarà tenuta in osservazione ancora qualche giorno, prima che possa essere adottata dal suo salvatore!

Leggi anche:

Dominella Trunfio

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Giornalista professionista, laureata in Scienze Politiche con master in Comunicazione politica, per Greenme si occupa principalmente di tematiche sociali e diritti degli animali.
Misura

In arrivo più di 13mila nuovi alberi in Italia, dai calanchi di Matera all’agricoltura urbana di Milano

Miomojo

Le borse vegan tutte italiane realizzate con “pelle di cactus” e scarti delle mele

Mediterranea

Olio di oliva e materie prime a km0: come nasce una crema Mediterranea

Orto d’Autore

Come scegliere una marmellata buona e di qualità

Schär

Schär Bio, il gluten free biologico che ha contribuito a far nascere una foresta

Naturale Bio

Tè matcha per restare in forma: come introdurlo nella propria dieta

Cristalfarma
NaturaleBio
Seguici su Instagram
seguici su Facebook