Perché il cane gira su se stesso e gratta prima di addormentarsi?

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

I cani tendono a fare un giro su loro stessi prima di sdraiarsi e riposare o dormire: lo fanno sia i cani adottati che quelli purtroppo senza famiglia. Ma non è un caso e nemmeno una “consuetudine casuale”. Ci sono motivazioni che si tramandano dai tempi antichi.

Questo curioso comportamento canino risale infatti addirittura alla preistoria, quando i cani dovevano letteralmente “rifarsi il letto”. E sebbene quelli domestici si siano adattati a vivere con gli umani e possano essere facilmente ospitati, hanno comunque mantenuto alcuni degli istinti di sopravvivenza dei loro antenati selvaggi.

Infatti i letti e i cuscini per cani non sono sempre stati a disposizione, anzi: i cani selvaggi spesso dovevano schiacciare l’erba alta o il sottobosco per avere un letto comodo per se stessi e i cuccioli. E il modo più semplice per preparare la zona notte era proprio camminare in cerchio.

“Questo comportamento era strettamente legato agli antenati del cane come un modo per costruire un “nido sicuro” spiega a Life’s Little Mysteries, rubrica di LiveScience, Leslie Irvine, sociologa dell’Università del Colorado a Boulder specializzata nel ruolo degli animali nella società e autrice di ‘Se mi addomestichi: capire la nostra connessione con gli animali’.

Un vero e proprio rituale che però nasce da esigenze che, almeno un tempo, erano reali: potrebbe essere servito anche come precauzione di sicurezza, perché il camminare in cerchio poteva allontanare serpenti e grandi insetti.

Ma anche un modo per “marcare il territorio”, lasciando feromoni nelle zone di interesse.

“È anche possibile che circondare l’area e quindi appiattirla lasci un segno visibile agli altri cani che questo territorio è di loro “proprietà” – continua infatti Irvine – Anche se i nostri cani ora dormono sui cuscini, il comportamento persiste”.

Nulla è a caso nel meraviglioso mondo della natura, che riesce sempre a stupirci.

Fonti di riferimento: LiveScience

Leggi anche:

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Roberta De Carolis ha una laurea e un dottorato in Chimica, e ha conseguito un Master in comunicazione scientifica. Giornalista pubblicista, scrive per GreenMe dal 2010.
Schär

Schär Bio, il gluten free biologico che ha contribuito a far nascere una foresta

Misura

“A Misura di verde”: al via il progetto che pianterà oltre 13mila alberi in Italia per combattere i cambiamenti climatici

Terranova integratori

Come rafforzare il sistema immunitario prima dell’inverno

Fairtrade

Le settimane Fairtrade del commercio equo e solidale: compra etico e scopri online l’impatto dei tuoi acquisti

Famas

Arriva la fibra di basalto per un isolamento performante

Cristalfarma
Seguici su Instagram
seguici su Facebook