Addio Bob, un intero quartiere ti piange: il ‘sindaco dei cani’ è stato investito e ucciso da un’automobile

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Era stato ribattezzato come ‘il sindaco dei cani’ perché Bob, era l’amico a quattro zampe di un intero quartiere nel comune campano di San Sebastiano al Vesuvio che adesso piange la sua morte: qualcuno lo ha investito brutalmente, senza soccorrerlo. Nella cittadina sono comparsi dei manifesti funebri per ricordarlo: accanto alla sua foto, una dedica: “Amato da tanti, scacciato da altri, AMMAZZATO da qualcuno. Ciao Bob, i tuoi amici umani”.

Un meticcio che in tanti avevano avuto la fortuna di conoscere. Buono e sempre pronto a farsi accarezzare, Bob accompagnava i pensionati all’ufficio postale, beveva nelle ciotole lasciate dai commercianti e stava sempre accanto alla sua Sheila, una cagnolina con cui faceva coppia fissa e che ora qualcuno, vorrebbe adottare. Bob è stato investito da un’automobile come ha dimostrato l’autopsia, anche se inizialmente si era pensato a un avvelenamento. Forse il cane, se soccorso in tempo, si sarebbe potuto salvare, invece è stato lasciato lì, a morire sull’asfalto.

“Tutto il paese porge l’ultimo saluto a Bob, il sindaco dei cani di San Sebastiano al Vesuvio, così era conosciuto. Bob era il cane di tutti, adottato da tutta la cittadinanza. Ora non c’è più, è stato investito, così dice il referto dell’autopsia. Ci auguriamo, allora, con tutto il cuore, che chi l’ha investito possa essere individuato subito. Ciao Bob”, scrive il consigliere regionale dei Verdi Francesco Emilio Borrelli su Facebook.

Adesso si cerca il colpevole, tutto il quartiere chiede giustizia per questo cagnolino diventato il simbolo del maltrattamento sugli animali e c’è già chi pensa di dedicargli una statua nel cimitero degli animali di Qualiano, dove il reale proprietario Ludovico De Luca, lo seppellirà.

“La violenza sugli animali diventa sempre più frequente e spietata, per questo chiediamo giustizia. Chi fa del male agli animali e non gli presta soccorso è un vigliacco e merita tutto il nostro disprezzo, chiedo con forza che chi ha investito Bob, senza prestargli soccorso, venga presto individuato e punito. Chi si comporta in questo modo è un pericolo per tutti. Vogliamo che il cane sindaco di San Sebastiano diventi il simbolo della lotta alla violenza sugli animali”, chiosa Borrelli.

Fonte: Francesco Emilio Borelli/Facebook

Leggi anche:

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Giornalista professionista, laureata in Scienze Politiche con master in Comunicazione politica, per Greenme si occupa principalmente di tematiche sociali e diritti degli animali.
ABenergie

Cosa fai dentro casa per risparmiare energia?

NaturaleBio

Cacao biologico naturale, in granella o in polvere: benefici e ricette per portarlo in tavola con gusto

Tua fibra energia

Luce, gas e fibra tutto incluso e a prezzo fisso ogni mese, la nuova frontiera della bolletta unica

TryThis

L’app che ti fa divertire sfidando i tuoi amici anche durante il lockdown

Schär

Celiachia o sensibilità al glutine? Come ottenere una corretta diagnosi

Cristalfarma

Come gestire nel proprio piccolo disturbi d’ansia e stress di uno dei momenti storici più difficili

Cristalfarma
NaturaleBio
Seguici su Instagram
seguici su Facebook