@Stratosimages/123rf

Criceto: cose che devi assolutamente sapere prima di adottarne uno

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

I criceti sono animali delicati che sarebbe meglio non comprare mai. Ecco ciò che devi sapere prima di adottarne uno.

Se stai pensando di adottare un criceto o ne hai già accolto uno in casa e te ne stai prendendo cura, vi sono alcune cose importanti da considerare per la sicurezza e la felicità dell’animale.

Innanzitutto, non possono essere considerati propriamente animali domestici, si tratta piuttosto di animali esotici, molto delicati e soggetti a sviluppare malattie e diverse patologie. Sarebbe meglio non acquistarli, ma se proprio li desideri sarebbe più opportuno adottarli. Ecco i nostri consigli per la cura del criceto, che ti aiuteranno a essere il miglior padrone possibile.

Non comprare mai un criceto, al massimo adottalo

E’ importante sottolineare che sarebbe meglio non comprare mai un criceto né nei negozi di animali né online. Il motivo? In questo modo si va ad alimentare un traffico illegale, soprattutto di specie protette e a rischio di estinzione. Sarebbe meglio, quindi, adottare i criceti in modo da porre fine ad allevamenti e commerci fuorilegge. Cercate associazioni rescue e volontari che si occupano di trovare una nuova casa  a questi piccoli roditori, come l’Associazione Italiana Criceti.

La tua casa è sicura per un criceto?

I criceti possono essere visti da altri animali come prede e possono essere in pericolo se in casa vi sono altri animali da compagnia, come gatti o cani. Per questo è importante prendere le dovute precauzioni, ed evitare di esporre ai pericoli questo piccolo esserino indifeso rispetto agli altri animali domestici.

Può essere difficile trovare un veterinario 

Un criceto è considerato un “animale esotico” e deve essere visto da un veterinario specializzato. Molte persone non lo sanno e quando il loro criceto si ammala, non sono in grado di trovare un veterinario appropriato. Di solito, inoltre, i veterinari specifici per gli animali “esotici” sono molto costosi, il che può anche impedire ad alcune persone di garantire che il loro criceto riceva cure adeguate.

Conosci la specie del tuo criceto

Per fornire al tuo criceto le cure necessarie e idonee, devi essere informato sulla sua specie: ce ne sono cinque comuni. I più diffusi sono i criceti dorati o siriani, sono solitari per natura e non possono essere ingabbiati insieme dopo le 10 settimane di vita, altrimenti combatteranno e potrebbero persino uccidersi a vicenda. Nessun criceto dorato dovrebbe mai essere messo in gabbia con una specie di criceto diversa.

La seconda specie più comune è il criceto nano o siberiano. Possono coesistere con altri tipi di criceti se abituati a socializzare già in tenera età. Scegli due animali dello stesso sesso in modo che non possano riprodursi. (Leggi anche: [VIDEOTUTORIAL] Cuccia per il criceto fai-da-te da vecchi mobili)

I criceti si spaventano facilmente

I criceti non hanno una buona vista, quindi per sopravvivere utilizzano tutti gli altri sensi. Se colti alla sprovvista, però, possono mordere come meccanismo di difesa perché si spaventano facilmente.

I criceti si alzano all’alba

I criceti sono più attivi all’alba e al tramonto, il che può essere frustrante per i bambini che vogliono giocare con loro durante il giorno. Inoltre, la loro attività mattutina può disturbare il tuo sonno.

I criceti possono essere soggetti a malattie ereditarie

L’eccessiva riproduzione ha portato i criceti a essere inclini a insufficienza cardiaca congestizia in tenera età (già a partire dai 6 mesi). Il trattamento per questa condizione dolorosa può essere costoso e, al momento, non esiste una cura. I criceti sono anche soggetti a una malattia renale incurabile, chiamata amiloidosi, e sono suscettibili a molti tipi di batteri, che possono causare diarrea e disidratazione; alcuni di questi ceppi batterici possono anche infettare l’uomo.

I criceti sono grandi artisti della fuga

Questi animali intelligenti hanno la capacità di appiattire i loro corpi e possono passare attraverso fori e fessure molto piccoli. Si perdono facilmente e possono essere difficili da trovare.

Bambini e criceti

A causa delle loro piccole dimensioni, i criceti vengono spesso acquistati come animali domestici per i bambini che vogliono giocare con loro durante il giorno. Tuttavia, proprio quando è ora che tuo figlio vada a dormire, il criceto si sveglia; ma un criceto svegliato improvvisamente da un pisolino può essere nervoso durante il giorno e mordere. Pertanto, i criceti devono essere maneggiati solo sotto la supervisione di un adulto e non sono adatti a bambini di età inferiore a 8 anni.

Il motivo? Richiedono un tocco delicato e possono essere facilmente spaventati da movimenti improvvisi e dai rumori forti. Le capacità motorie dei bambini sotto gli 8 anni di solito non sono abbastanza raffinate da far sentire a proprio agio un criceto. I bambini piccoli, inoltre, che non hanno un buon controllo motorio e autocontrollo possono inavvertitamente far cadere un criceto, premerlo o spaventarlo e il rischio è che l’animale per difendersi possa mordere.

I bambini piccoli sono anche a maggior rischio di malattie zoonotiche (malattie che possono essere trasmesse dagli animali all’uomo), a causa del loro sistema immunitario non sviluppato; i bambini sotto i 5 anni sono particolarmente vulnerabili agli effetti della salmonella, un tipo di batterio intestinale che i criceti possono trasmettere all’uomo. Sebbene rari, è noto che i criceti sono portatori della coriomeningite linfocitica, un virus che può far ammalare gravemente i bambini piccoli. (Leggi anche: Attenzione alle zecche! Sono molto abili nel nascondersi. Controllate sempre anche nella bocca dei vostri amici a quattro zampe)

Il tempo

I criceti sono abbastanza indipendenti e possono intrattenersi per lunghi periodi di tempo, a condizione che il loro alloggio sia adeguatamente ricco di giocattoli, lettiere e opportunità per scavare e arrampicarsi. Tuttavia, per essere felice, il criceto dovrebbe ricevere cure e interazioni quotidiane. Un’altra cosa da sapere è che occorre pulire accuratamente la gabbia ogni settimana.

Requisiti di spazio

I criceti siriani sono animali solitari e territoriali, e devono avere il proprio spazio in cui vivere. I criceti combatteranno e si infliggeranno gravi ferite l’un l’altro se vivono insieme, quindi ognuno deve avere il proprio spazio separato. Una femmina che partorisce può uccidere e mangiare i propri piccoli se disturbata, e non è consigliabile consentire ai criceti di riprodursi. 

Il budget

La quota di adozione o il prezzo di acquisto per un criceto sono in genere bassi, ma ci sono alcuni costi da anticipare. È probabile, infatti, che all’inizio dovrai acquistare attrezzi e accessori vari, come:

  • Gabbia metallica, acquario o habitat modulare
  • Materiali per lettiera e nidificazione
  • Scatola di nidificazione
  • Ruota per esercizi
  • Ciotole per cibo e acqua
  • Cibo per criceti
  • Giocattoli

Se hai intenzione di adottare un criceto, fai il test per scoprire se è davvero l’animale giusto per te.

Fonti: Humansociety / RSPCA

Ti potrebbe interessare:

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Laureata in Lingue e Civiltà Orientali presso l'Università degli Studi di Roma La Sapienza. Ha diversi anni di esperienza nella comunicazione digitale. Appassionata di beauty, fitness, benessere e moda sostenibile.
Seguici su Instagram
Seguici su Facebook