abbandono_animali

Finalmente una buona notizia sul fronte dell'abbandono degli animali nel periodo estivo: i dati pubblicati dall'ADN Kronos parlano infatti di una diminuzione del 20,6% rispetto allo scorso anno, un trend positivo che conferma come gli italiani siano sempre più sensibili al problema e come probabilmente abbiano funzionato le campagne informative e i sistemi di controllo.

"Siamo contenti di come stanno andando le cose", afferma Lorenzo Croce, presidente di Aidaa (Associazione italiana difesa animali e ambiente). "Per quanto riguarda i cani vaganti su strade ed autostrade italiane abbiamo un miglioramento di oltre il 20% che era quello che di fatto ci aspettavamo dopo il grande risultato dello scorso anno che aveva portato ad un recesso di oltre 30 punti percentuali sul 2009. Anche per quanto riguarda le entrate nei canili da noi monitorati si registra in questo mese di esodo una leggera diminuzione e questo dimostra come cambi il metodo di abbandono dei cani".

Tra il 23 luglio e il 22 agosto sono infatti arrivate alla centrale operativa di Aidaa "Io l'ho visto" 1.947 segnalazioni di cani abbandonati su strade ed autostrade italiane rispetto alle 2.451 dello stesso periodo del 2010. Nel solo ultimo fine settimana si è avuta una diminuzione nelle segnalazioni del ben 16,4% rispetto al 2010, mentre nei 100 canili monitorati le entrate dei cani sono state 3805, con una diminuzione del 4% rispetto allo scorso anno. Migliora la situazione delle segnalazioni per Basilicata e Puglia, mentre la maglia nera tocca purtroppo, ancora una volta, al sud, con Campania, Sicilia, Lazio e Abruzzo.

L'abbandono dei cani lungo le strade, dunque, diminuisce, ma le persone continuano a lasciare i propri animali domestici davanti ai canili, soluzione senza dubbio migliore e meno pericolosa per loro e per gli esseri umani, ma una tendenza che deve comunque far riflettere: perché possedere un animale per poi abbandonarlo durante il periodo estivo?

Sono ormai molte le strutture pet friendly, che ci permettono di portare con noi i nostri animali, e numerosissime le guide e i consigli stilati dalle associazioni di settore per organizzare al meglio una vacanza in loro compagnia. Ma per chi proprio non vuole portare i propri amici a quattro zampe con sè esistono diverse soluzioni, che vanno dalle pensioni per cani e gatti (ormai rintracciabili anche attraverso le agenzie di viaggio) ai rifugi gestiti da enti e associazioni.

Insomma, non ci sono più scuse per l'abbandono di cani e gatti in autostrada. Per chi di voi ancora dovesse partire, vi consigliamo di leggere la nostra mini guida per delle ottime vacanze "a sei zampe".

 

Eleonora Cresci

forest bathing sm

Trentino

Forest Bathing e non solo, per guarire con la natura

greenMe su Instagram

Sei su Instagram?

Le nostre foto +belle, le notizie che +ami, il tuo giornale sempre con te!

dieta
integratori
lievito madre
ricette vegane
ricette vegetariane
riciclo creativo
rimedi naturali
yoga
sai cosa compri
seguici su facebook
corsi greenme
banner orto giardino
whatsapp
seguici su instagram