presa-gatto

C’è un modo giusto per tenere in braccio un gatto? Forse non tutti sanno che il loro livello di confort può variare a seconda di come viene trasportato. Alcuni in generale non amano questa pratica, altri sono più accomodanti, ecco allora qualche consiglio.

Magari ci guardano con silenzioso disprezzo, altri si abbandonano alle nostre effusioni, ma secondo Uri Burstyn, veterinario di Vancouver esiste il modo giusto per evitare di innervosire il nostro micio o di rischiare di essere graffiati.

In un video su Youtube che ha superato i cinque milioni di visualizzazione, il veterinario ha messo su una guida completa per spiegare la maniera più adatta per trasportare il gatto. I consigli si concentrano sulle posizioni che rendono i felini più sicuri, ma anche su quelle che prevengono eventuali graffi.

Secondo Burstyn anche se il tuo gatto non ama essere preso in braccio, potrebbe ancora sorprenderti. Nel video spiega che probabilmente l’animale non è stato tenuto correttamente e quindi è indispettito.

Come si prende in braccio un gatto

Molto spesso erroneamente lo si prende nella maniera in cui la madre trasporta i cuccioli, ciò diventa sbagliato nei gatti adulti che hanno un peso notevole e tendono a stare a penzoloni, dimenandosi in aria. Il modo corretto è quello di posizionare una mano al di sotto delle zampe anteriori e l'altra delle anche, come mostra questa immagine:

presa gatto1

Perché è ottima questa presa? Perché il gatto non può agitarsi e non può sfuggire alla presa. Per farlo poi stare al sicuro è sufficiente sorreggerlo tenendolo vicino a voi e fornendo una base d’appoggio con le mani alle zampe. Come mostra il veterinario in questo fotogramma:

presa gatto2
 

Quando invece siamo davanti a una situazione di emergenza, ad esempio un gatto che necessita di cure o che deve essere salvato da un pericolo, il veterinario consiglia la presa a pallone di football americano, afferrando l’animale rivolgendo la sua testa verso di voi e tenendo le zampe immobili.

presa gatto3

Se il vostro gatto invece ama stare sulle spalle, l’importante è che le sue zampe siano poggiate bene sul vostro corpo. In caso in cui vogliate immobilizzarlo momentaneamente basta invece fare una piccola e delicata pressione dietro la nuca.

Guarda tutto il video:

 

Comunque sia, ricordiamoci che i nostri amici a quattro zampe non sono dei giocattoli e vanno rispettati nella loro natura, per cui se nonostante questi consigli del veterinario continuano a mostrare disagio nell'essere tenuti in braccio, lasciateli liberi nel loro benessere.

Leggi anche:

Dominella Trunfio

 

sai cosa compri
dieta
integratori
lievito madre
ricette vegane
ricette vegetariane
riciclo creativo
rimedi naturali
yoga
seguici su facebook
festival scirarindi
corsi greenme
whatsapp gratis
seguici su instagram