cuccioli-cane

I cani sono animali meravigliosi, ma una curiosa ricerca stabilisce che raggiungono la loro massima bellezza intorno alle 8-10 settimane e per tutto il tempo in cui vengono svezzati, appaiono sotto una luce diversa che li fa apparire ai nostri occhi ancora più carini.

Non che ci fosse bisogno di uno studio per dircelo, però è singolare che Clive Wynne, professore di psicologia e direttore della Canine Science Collaboratory dell’ Arizona State University, abbia condotto uno studio così particolare che ha come obiettivo quello di capire meglio il rapporto tra uomo e animale.

Secondo Wynne e i colleghi, nel mondo c’è un miliardo di cani randagi. Osservando il loro comportamento nelle strade della Bahamas, il ricercatore è arrivato alla conclusione che nonostante l’apparente indipendenza, questi cani hanno bisogno dell’uomo per sopravvivere.

La domanda che si è posto è: cosa spingerebbe una persona a intervenire per aiutare questi cani? Uno dei fattori sembra essere proprio la loro bellezza, intesa in senso soggettivo come ‘carineria’. Così il team ha deciso di capire se effettivamente c’è una connessione tra lo svezzamento che è il periodo più vulnerabile per la vita di un cane e il rapporto con gli esseri umani.

cuccioli cane1

Lo studio

Lo studio è stato condotto attraverso fotografie di cuccioli di tre razze (Jack Russell, Cane Corso e pastori svizzeri bianchi) scattate in momenti della loro vita diversi. A cinquantuno partecipanti è stato chiesto di classificare le fotografie in base a quella che catturava di più la loro attenzione. 

Così è emerso che l’attrattiva verso i cuccioli è bassa alla nascita, mentre ha un picco a circa 10 settimane, per poi diminuire gradualmente. Nello specifico, il Cane Corso ha raggiunto la massima carineria a 6,3 settimane di età, i terrier di Jack Russell a 7,7 settimane di età e i pastori a 8,3 settimane di età. Ovviamente tenendo in conto che allo studio hanno partecipato solo 51 persone. 

"Intorno alle sette o otto settimane di età, i cuccioli sono pronti all’indipendenza e in quel momento diventano più attraenti per gli esseri umani ", ha detto Wynne nello studio.

Secondo il team, i risultati offrono alcune sfumature della relazione tra uomo e cane. Abbiamo fatto amicizia con loro perché sono fedeli, intelligenti, ci fanno compagnia, ma non sono le uniche ragioni. 

"Penso che l'intelligenza dei cani non sia la questione fondamentale. Mi sembra che il cane abbia qualcosa di piuttosto speciale perché è sempre pronto a fare amicizia con qualcuno”, continua il ricercatore. 

Il fatto che i cuccioli siano i più attraenti durante lo svezzamento suggerisce che i cani si siano evoluti in modo specifico per affidarsi alle cure umane. I risultati sono anche rafforzati da precedenti ricerche che riguardavano i lupi. 

“Il migliore amico dell'uomo probabilmente ha modificato la sua natura socievole per piacere a noi. Ma questo rapporto è anche alla base della loro esistenza”, dice Wynne.

Il team adesso continuerà le ricerche mostrano dei video di cuccioli in momenti diversi per capire se effettivamente questa tesi può essere avvalorata ulteriormente.

Leggi anche:

Dominella Trunfio

monge

Monge

20 cose che il tuo cane e gatto non dovrebbero mai mangiare

plt energy

PLT puregreen

I vantaggi di scegliere un operatore di energia da fonti rinnovabili

sai cosa compri
dieta
integratori
lievito madre
ricette vegane
ricette vegetariane
riciclo creativo
rimedi naturali
yoga
seguici su facebook
manifesto
banner calendario
corsi greenme
whatsapp gratis
seguici su instagram