Gatti neri

Negli Stati Uniti aumentano le adozioni di gatti neri, da sempre maggiormente discriminati e meno adottati, dopo l'uscita del film Black Panter della Marvel

Good news per i gatti neri! Marvel produce un film e micio ringrazia, se con Black Panter di Ryan Coogle aumenta il numero delle adozioni presso i rifugi per animali. È vero, accade negli States, ma vuoi vedere che anche il popolo italico si piega al fascino (hollywoodiano) del gatto nero?

Snobbati da sempre per pura scaramanzia - le culture occidentali vedono spesso i gatti neri come porta sfortuna perché si pensava fossero i compagni delle streghe nel 14° secolo - ora i mici color corvino a stelle e strisce assurgono al ruolo di vere proprie star.

Una storia di superstizione che lascia il tempo che trova, visto che in questi ultimi giorni stanno emergendo sempre più notizie di gattili americani che all’improvviso hanno ricevuto molte richieste per gatti neri.

black pantherBlack Panter

È il caso, per esempio, di un utente di Tumblr, tale gallusrostromegalus, che ha dichiarato che i rifugi per animali di Durango, in Colorado, non hanno più gatti neri da dare in adozione.

I miei rifugi per animali domestici sono passati dall’avere qualcosa come 50-60 gatti neri a non averne nemmeno uno”.

E che nomi prendono questi gattini? Ovviamente quelli dei personaggi del film. Pare che “T’Challa” sia il nome più popolare, ma c’è un buon numero anche di “Okoyes” e “Shuris”.

Questi gatti vengono adottati per lo più da persone che vogliono comunque accogliere un gatto, poi entrano, vedono quelli neri ed esclamano ‘Come Black Panther!’ e se li portano a casa, quindi, per una volta, sono i gatti neri ad essere adottati per primi”, si racconta sui social.

Sulla scia di questo "richiamo felino" c'è anche una sala cinematografica di Dallas che promette, a chiunque avesse adottato un gatto nero, due biglietti gratuiti per vedere Black Panther. 

Insomma, speriamo che una volta passata la Black Panter mania, questi micetti deliziosi non debbano di nuovo sopportare il peso di un abbandono o di una mancata adozione. Un po’ come i gufi e le civette che ebbero un exploit in seguito al successo di Harry Potter e poi abbandonati al loro destino, i gatti neri devo solo sperare in un po’ di… fortuna.

Leggi anche:

Germana Carillo

sai cosa compri
dieta
integratori
lievito madre
ricette vegane
ricette vegetariane
riciclo creativo
rimedi naturali
yoga
seguici su facebook
festival scirarindi
corsi greenme
whatsapp gratis
seguici su instagram