ritratti_italiani

Dietro uno scatto fotografico possono nascondersi tante cose come, ad esempio, il rapporto speciale che si crea tra le persone e i cani, una relazione che va avanti da secoli.

Un progetto fotografico che riesce a cogliere l’essenza di questo legame è Ritratti Italiani di Luca Spennacchio, fotografo e istruttore cinofilo che, attraverso le immagini, descrive la storia di una convivenza felice.

Dal 2011, il fotografo gira l’Italia entrando nei canili, visitando tutte quelle realtà che sostengono gli animali in difficoltà. Nei giorni scorsi, con il suo obbiettivo, è arrivato a Roma per l’evento organizzato in collaborazione con l’Associazione di volontariato 100zampe.

Lo abbiamo incontrato, durante una pausa dal set fotografico allestito per l’occasione, letteralmente travolti dalla gioia dei proprietari presenti con i loro cani.

LEGGI anche: DOG PEOPLE: QUANDO LE PERSONE IMITANO I LORO CANI (FOTO)

“L’idea di realizzare Ritratti italiani è nata quasi per caso. Anni fa, mi avevano chiesto una bella foto mia e di Zack, l’amico con cui ho condiviso gran parte della vita. In quel momento, mi ero reso conto di non averne nessuna, se non quei selfie che facciamo tutti, ma che di certo non possono rappresentare un legame così speciale”, ci spiega Spennacchio.

ritratti italiani1

LEGGI anche: CANI E BAMBINI: LE MERAVIGLIOSE FOTO DI JESSICA SHYBA E DEI SUOI 3 "CUCCIOLI" MENTRE DORMONO (#THEOANDBEAU)

Ci voleva quindi, un’immagine che immortalasse un ricordo, un momento particolare di quel pezzettino di vita.

"Ho deciso di realizzare i miei scatti all’interno dei canili perché mi occupo di questa realtà da tanti anni. Infatti molto spesso, i ritratti sono realizzati con gli operatori e non con i proprietari. È molto bello poi sapere che a distanza di tempo ci sono state delle adozioni e che il ricordo di quel cane rimane grazie ad una foto", aggiunge il fotografo.

Le immagini sono in bianco e nero e creata con una tecnica particolare.

"Il cane e la persona sono su uno sfondo bianco con un tratto simile al disegno per cogliere i tratti essenziali della coppia e lasciare da parte tutto ciò che potesse distogliere l’attenzione dai due soggetti che raccontano da soli la storia, senza bisogno di interferenze esterne".

ritratti italiani2


Le foto quindi, in un certo senso, rappresentano una sfera intima e personale che solo i protagonisti possono cogliere a pieno.

"Sono scatti fatti per le persone stesse. Decidere di partecipare a questo progetto mettendosi in gioco è già una dichiarazione: io ci tengo al mio cane e per questo voglio fare una cosa con lui".

ritratti italiani3
Spennacchio chiede poi ai suoi soggetti di fare un’espressione neutra.

"Voglio che l’insieme di queste immagini diventi un messaggio chiaro contro l’abbandono, il maltrattamento e il randagismo, contro tutto quel mondo che tiene in disparte i cani, per dimostrare che di persone che li amano ce ne sono davvero tante".

E anche la 'nostra' Roberta Ragni ha fatto il suo scatto con la fedele compagna cane Vivi e, in basso, anche con Sissi e Zico.

Eccole!

vivi spennacchio
ritratti italiani5

Dominella Trunfio

casa verde

Reale Mutua

La casa verde: pannelli solari e pozzi geotermici

greenMe su Instagram

Sei su Instagram?

Le nostre foto +belle, le notizie che +ami, il tuo giornale sempre con te!

dieta
integratori
lievito madre
ricette vegane
ricette vegetariane
riciclo creativo
rimedi naturali
yoga
sai cosa compri
seguici su facebook
corsi greenme
whatsapp gratis
seguici su instagram