La fabbrica dell’aria: la serra tutta italiana che rimuove gli inquinanti da casa tua

La Fabbrica dell'aria

Un team di biologi, architetti e designer ha realizzato a Firenze la Fabbrica dell’Aria, una serra studiata per depurare e rinfrescare l’aria all’interno di case e uffici.

Progettata da Pnat sotto la direzione di Stefano Mancuso, professore ordinario presso l’Università di Firenze e direttore del Laboratorio internazionale di neurobiologia vegetale, il sistema di depurazione indoor ed è stato realizzato all’interno dei locali di Manifattura Tabacchi a Firenze.

L’ex fabbrica di sigarette fiorentina, chiusa dal 2001, è oggetto di un’importante operazione di riqualificazione da parte di Real Estate che la trasformerà in un centro polifunzionale.
Uno degli edifici dell’ex complesso industriale è già attivo e al suo interno, tra atelier, caffetterie e locali per eventi, è sorta la grande serra che filtra, rinfresca e umidifica l’aria, un’opera che potrebbe avere un grande impatto sulla progettazione degli spazi interni e sulla qualità della vita delle persone.

La serra progettata da Pnat e basata sugli studi del Professor Mancuso, infatti, ospita specie vegetali in grado di filtrare 5mila metri cubi di aria in un’ora, purificando tutta l’aria dell’open space in cui è stata posizionata.

Nella serra sono state posizionate piante di ficus, banani e selci caratterizzate da foglie larghe, poiché l’efficienza di depurazione è direttamente proporzionale alla grandezza della superficie delle foglie.
L’aria presente nell’ambiente viene aspirata all’interno della serra, filtrata dalle piante e immessa nuovamente nel locale: analizzando l’aria in uscita con uno spettrometro di massa, risulta una riduzione degli inquinanti atmosferici del 98%.
Una vera e propria filtrazione botanica, cui si aggiungono una diminuzione della temperatura ambientale e una regolazione naturale dell’umidità.

La serra costruita all’interno di Manifattura Tabacchi è quindi il primo prototipo di una soluzione innovativa per ridurre l’inquinamento e che può essere riprodotto su piccola e  larga scala.
Sistemi simili potrebbero infatti essere collocati all’interno di appartamenti e uffici o anche in grandi spazi urbani come centri commerciali e capannoni per depurare l’aria inquinata.

A qualcuno sembrerà impossibile, ma le piante non sono oggetti ornamentali utili solo ad abbellire appartamenti e viali.
Le piante sono esseri viventi che, attraverso i loro processi biochimici e fisiologici, svolgono un lavoro fondamentale per tutti gli abitanti del pianeta, uomo compreso.

Le piante infatti sottraggono anidride carbonica e inquinanti dall’aria, producendo in cambio ossigeno indispensabile per la respirazione di tutti gli esseri viventi.
Non solo: gli alberi rinfrescano l’aria e mantengono la giusta umidità nell’ambiente, e questo si traduce in un enorme risparmio energetico quando le specie vegetali sono collocate all’interno di abitazioni e uffici.
Proteggere e salvaguardare il verde può portare solo a enormi vantaggi per l’ambiente e per la salute, il benessere e la qualità della vita delle persone.

Leggi anche:

Tatiana Maselli

Photo cretit Manifattura Tabacchi

Caffè Vergnano

Il caffè è più buono se riduce scarti e rifiuti puntando sulle tre R

Schar

Il pane senza glutine: tipi di pane e cereali utilizzati

San Benedetto

Cosa vuol dire compensare la CO₂: la linea Ecogreen di San Benedetto

Germinal Bio

#Bionest la nuova campagna Germinal Bio che mostra il dietro le quinte del biologico

Decathlon

Hai una bici usata? Torna Trocathlon dove puoi acquistare e vendere l’attrezzatura sportiva

Triumph

Come riciclare i reggiseni e gli abiti usati

tuvali
seguici su Facebook