A Rotterdam metro e bus diventano rifugi per la micro-fauna selvatica

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Un corridoio verde in città per aiutare farfalle, libellule, cavallette ed uccelli a spostarsi liberamente nell’ambiente urbano. Lo hanno ideato i designer dello studio di architettura Openfabric, tra cui ci sono professionisti italiani, che propongono di utilizzare le infrastrutture della rete del trasporto pubblico di Rotterdam per contrastare la frammentazione degli habitat naturali e unire diverse aree ecologiche di alto valore per la fauna selvatica.

Circa il 60% della flora e della fauna olandesi è presente in aree urbane o semi-urbane. Eppure la politica ambientale olandese si basa sulla dicotomia tra città e natura, che le divide in due mondi separati“, si legge nella descrizione del progetto.

Per questo, nella visione di Openfabric, i 31,4 km di linee ferroviaria e gli oltre 90 km di linee tramviaria diventeranno corridoi verdi per portare gli animali dalla periferia della città verso il suo centro, trasformando gli ingressi e i soffitti delle 62 fermate della metropolitana in rifugi diurni per i pipistrelli e rendendo le fermate delle 38 linee di autobus luoghi adatti alla nidificazione e al foraggio per i volatili.

diverse-networks-urban-transit-biodiversity-map.jpg.492x0 q85 crop-smart

Diverse Networks, questo il nome del progetto che ha già ottenuto il parere favorevole del Comune di Rotterdam e dell’Agenzia di Trasporto pubblico, identifica nelle fermate degli autobus “un grande potenziale per migliorare la biodiversità, dal momento che sono sparse in tutta la città e offrono alla fauna una incontaminata di piccole superfici“. Queste ipotetiche “fermate per uccelli” dovrebbero avere almeno tre specie diverse di piante e arbusti, disposti a strati e in verticale, per creare le condizioni ottimali per ospitare le circa 125 specie di volatili presenti a Rotterdam.

diverse-networks-urban-transit-biodiversity-strategies.jpg.492x0 q85 crop-smart

Insomma, il concetto è lo stesso dei ponti per animali, ma applicato direttamente in città.

Roberta Ragni

Leggi anche: Ponti e cavalcavia per animali nel mondo (gallery)

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Caporedattore di greenMe. Dopo una laurea e un master in traduzione, diventa giornalista ambientale. Ha vinto il premio giornalistico “Lidia Giordani”, autrice di “Mettici lo zampino. Tanti progetti fai da te per rendere felici i tuoi amici a 4 zampe” edito per Gribaudo - Feltrinelli Editore nel 2015.
Fairtrade

Le settimane Fairtrade del commercio equo e solidale: compra etico e scopri online l’impatto dei tuoi acquisti

Misura

“A Misura di verde”: al via il progetto che pianterà oltre 13mila alberi in Italia per combattere i cambiamenti climatici

Terranova integratori

Come rafforzare il sistema immunitario prima dell’inverno

Schär

Schär Bio, il gluten free biologico che ha contribuito a far nascere una foresta

Famas

Arriva la fibra di basalto per un isolamento performante

Cristalfarma
Seguici su Instagram
seguici su Facebook