Bio-edilizia: ecco Gy.eco, il gesso prodotto da scarti e rifiuti

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Un gesso per l’edilizia prodotto dal recupero degli scarti provenienti dalle attività di posa e post vendita. Il riciclo diventa risorsa anche su questo fronte grazie al nuovo sistema Gy.eco lanciato da Gyproc Saint-Gobain con il sostegno del programma europeo LIFE+Politica ambientale e governance”.

Grazie a Gy.eco da oggi è possibile il recupero del 95% del materiale di scarto, mediante il quale verrà data vita a nuova materia prima da reimmettere in produzione. Il nuovo materiale ottenuto a partire da scarti e rifiuti verrà controllato e certificato sulla base della normativa vigente e attraverso uno stringente programma trimestrale di analisi fisico-chimiche in laboratorio.

È già stato avviato un primo sito produttivo e di recupero, collocato a Guglionesi (GB) ed è previsto l’avvio di altre due realtà produttive, che contribuiranno alla copertura dell’intero territorio nazionale e che saranno situate a Sassofeltrio (PU) e Montiglio Monferrato (AT). Ai tre siti di recupero saranno inoltre affiancati dei centri di raccolta dei rifiuti a base di gesso provenienti dal settore delle costruzioni e demolizioni, dislocati sul territorio nazionale a supporto alla rete logistica di raccolta e trasporto degli scarti.

Il recupero degli scarti costituisce un vantaggio per l’ambiente in quanto in questo modo essi non verranno considerati come rifiuti, il cui smaltimento comporta dei costi che verranno dunque eliminati, bensì in qualità di materie prime per la realizzazione di nuovi materiali da costruzione. Ciò garantirà la riduzione della quantità di rifiuti da veicolare verso le discariche destinate ai materiali da costruzione ormai diventati rifiuti. Il progetto Gy.eco rappresenta dunque una soluzione alternativa allo smaltimento in discarica, diventato maggiormente oneroso e causa di abusivismo a seguito delle modifiche normative in tema di rifiuti introdotte dal D.Lgs 152/2006 e dal D.Lgs 36/2003.

gesso rifiuti 1

gesso rifiuti 2

Gy.eco non rappresenta solamente un sistema di recupero degli scarti di gesso, ma anche un vero e proprio sistema di gestione degli stessi. Gy.eco è in grado di organizzare il recupero degli scarti in qualsiasi luogo essi vengano prodotti, sia che si tratti di un cantiere operativo, sia che si tratti di una rivendita, e fornisce un aiuto per la gestione di tutti gli altri scarti che possono essere generati dalle attività di costruzione e demolizione, fornendo indicazioni sul loro corretto smaltimento. Il programma è rivolto a rivenditori e applicatori operanti sul territorio nazionale. Per maggiori informazioni è possibile visitare il sito web: www.gyeco.it.

Marta Albè

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Life Coach, insegnante di Yoga e meditazione. Autrice del libro “La mia casa ecopulita” edito da Gribaudo - Feltrinelli editore.
Misura

In arrivo più di 13mila nuovi alberi in Italia, dai calanchi di Matera all’agricoltura urbana di Milano

Orto d’Autore

Come scegliere una marmellata buona e di qualità

Naturale Bio

Tè matcha per restare in forma: come introdurlo nella propria dieta

Mediterranea

Olio di oliva e materie prime a km0: come nasce una crema Mediterranea

Schär

Schär Bio, il gluten free biologico che ha contribuito a far nascere una foresta

Miomojo

Le borse vegan tutte italiane realizzate con “pelle di cactus” e scarti delle mele

Cristalfarma
NaturaleBio
Seguici su Instagram
seguici su Facebook